Ferri: “L’Inter al top con la Juve? Sì, ma con lo stadio. Spalletti? Obiettivi centrati, ma…”

L’ex difensore nerazzurro ha parlato a RMC Sport

di Marco Macca, @macca_marco

Intervistato da RMC Sport in vista di Inter-Juventus, Riccardo Ferri, leggenda nerazzurra, ha parlato anche del futuro della panchina interista, tra Spalletti, Conte e Allegri. Ecco le sue parole:

INTER-JUVENTUS – “La differenza c’è, poi di mezzo c’è anche il Napoli. Le ambizioni dell’Inter? La società vuole rinforzare la squadra e accorciare la distanza. Per me in due anni si può assottigliare grazie ad un progetto. Ma servirà passare anche attraverso lo stadio di proprietà“.

ALLENATORE INTER – “Ingeneroso dire che Allegri è un perdente. Uno del suo livello non ne vedo, almeno libero. O prendi Guardiola o rimani con lui, se fossi la Juve. Conte? Non credo possa tornare. Spalletti ha fatto un percorso difficile ma ha comunque raggiunto gli obiettivi prefissati. L’unico neo è l’uscita anticipata dalla Champions. Andrà sul mercato per prendere giocatori che sanno affrontare questa Coppa ma anche giovani di prospettiva“.

ICARDI – “E’ stata una situazione anomala, difficile da gestire. Marotta ha cercato di farla rientrare nel più breve tempo possibile. C’è stata una frattura forte, dipende dalle parti la risoluzione. La Curva? Loro hanno letto di un giocatore che ha rinunciato di lottare con i compagni e se n’è stato in disparte. La Curva legge questo come un tradimento. E le difficoltà con la Curva ce le avrà sempre“.

(Fonte: RMC Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy