Garlando (GdS): “Il rientro di Icardi si sente. Se l’Inter avesse giocato sempre così…”

Garlando (GdS): “Il rientro di Icardi si sente. Se l’Inter avesse giocato sempre così…”

L’attaccante argentino è tornato in campo a 53 giorni dall’ultima volta ed è subito andato a segno

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

L’Inter vince sul campo del Genoa, allunga sulle dirette concorrenti nella corsa Champions e, soprattutto, ritrova Mauro Icardi. Luigi Garlando, nel suo editoriale per La Gazzetta dello Sport, sottolinea l’importanza del rientro in squadra dell’attaccante argentino: “Icardi, che non giocava dal 9 febbraio e non segnava dal 15 dicembre, si è scrollato di dosso la ruggine stampando sul palo un gol fatto, ma poi si è procurato un rigore, con espulsione di Romero incorporata, lo ha realizzato e ha mandato in gol Perisic, presunto rivale di spogliatoio. Ecco, più ancora del ritorno al gol di Icardi, in prospettiva, è stato significativo l’abbraccio della squadra dopo il rigore segnato. Di facciata? Per i fotografi? Però c’erano proprio tutti, sorridenti, convinti, con le braccia sulla schiena dei compagni. I difensori sono arrivati da lontano. Più che un abbraccio è sembrato un patto tribale, la promessa collettiva di tirare così fino alla fine, oltre lo striscione della zona Champions. Per i nerazzurri, dopo la sconfitta con la Lazio, un mercoledì gioioso, rigenerante: la squadra di Simone Inzaghi è caduta a Ferrara; la Roma, pallida come un convalescente, non ha battuto la Fiorentina in casa. Spalletti ha portato a 4 il vantaggio sul Milan, che è pure in svantaggio negli scontri diretti. Il quartetto delle quinte (Lazio, Roma, Torino, Atalanta) dista 8 lunghezze, ma la Dea oggi ha la ghiotta possibilità, battendo il Bologna, di portarsi in beata solitudine al quinto posto, a un solo punto dal Milan. I tifosi interisti possono scegliere: la soddisfazione di una classifica trasfigurata in meglio; oppure il fastidioso sospetto: come sarebbe stata la stagione dei nerazzurri se avessero giocato sempre con questo spirito, con questa coesione, con questa determinazione, con una formazione logica ed equilibrata come quella di Marassi? Gagliardini, colpevolmente dimenticato contro la Lazio, ha segnato 2 gol come all’andata, Nainggolan sta tornando Ninja. Icardi, oltre ad aver giocato per sé, ha riempito di forza giocatori come Politano che domenica sembrava svuotato. Patroclo-Lautaro ha fatto il suo, ma quando torna in battaglia Achille si sente“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy