Guglielminpietro: “Inter-Milan, sarà un gran bel derby. La cosa che mi è rimasta impressa…”

L’ex giocatore analizza le due squadre in vista del derby

di Gianni Pampinella

Intervistato da il Giornale, Andrés Guglielminpietro ha parlato del derby tra l’Inter di Conte e il Milan di Pioli. L’ex giocatore è tornato sulla sua esperienza in maglia nerazzurra e rossonera: “Sarà sicuramente un derby differente rispetto al solito ma pur sempre di qualità e con tante emozioni. Le squadre sono molto in forma e dunque penso che le defezioni non influiranno più di tanto. Certo, l’assenza del pubblico di San Siro è davvero pesante ma visto il momento bisogna adattarsi“.

Tre vittorie in tre partite per il Milan, due vittorie e un pareggio per l’Inter: che idea si è fatto di queste due squadre?

“Ho visto il Milan con lo Spezia e devo dire che mi è piaciuto tanto. La squadra ha un bravo allenatore, ha un giusto mix di giovani ed esperti con Ibrahimovic che darà quella spinta in più come al suo solito. Il Milan mi piace e spero faccia una bella stagione. Ho visto anche l’Inter contro Fiorentina e devo dire che mi sembra in forma nonostante tutto. Ha una squadra già tarata e strutturata rispetto al Milan e Conte sta facendo bene. Penso che sarà un gran bel derby”.

Ci fa un pronostico secco sul derby di oggi?

“Non so come finirà, davvero. Difficile sbilanciarsi in un senso o nell’altro. Io poi non faccio il tifo per nessuna delle due, nel senso che ho un gran rapporto con entrambe le società e dunque che vinca il migliore”.

Che ricordo ha della sua esperienza milanese?

“Ho davvero dei bellissimi ricordi con tutte e due i club. Poi chiaro che al Milan è stato particolare perché abbiamo vinto lo scudetto. La cosa che però mi è rimasta tanto impressa di Milano era l’atmosfera prima del derby e quando entravi in campo respiravi un’aria diversa, bellissima. Ed è stato così sia con il Milan che con l’Inter”.

Tornando al derby, ricorda il più bello e il più brutto sportivamente parlando?

“Naturalmente il più brutto per me fu quello in semifinale di Champions League quando uscimmo con due pareggi, fu amaro perché la sfida fu equilibrata dall’inizio alla fine in tutte e due le partite. Ricordo un bel derby vinto con gol di Weah e fu emozionante e poi anche quello del 6-0 ma io entrai solo nel secondo tempo…”.

(il Giornale)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy