FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Guly: “Inter, mi rivedo in Perisic. Ecco chi prenderei. Zanetti? Ricordo che il Real…”

Getty images

L'intervista al doppio ex in vista del derby di Coppa Italia

Gianni Pampinella

Stasera andrà in scena il derby di Coppa Italia. Il doppio ex Andres Guglielminpietro, intervistato da Libero, parla così della gara: "È una notte da dentro o fuori, perciò dovranno giocare a viso aperto. Entrambe arrivano da un sabato difficile in campionato e devono rilanciarsi. Potrebbero esserci tanti gol».

Chi vede favorita per lo scudetto?

"La Serie A è tornata molto equilibrata. Penso che possa essere l'anno buono per rivedere il tricolore a Milano dopo i tanti anni di dominio Juve. Milan o Inter? Sarà a testa fino alla fine".

Getty Images

A proposito di bandiere: un suo caro amico è Zanetti che sta facendo il vicepresidente all’Inter.

"Pupi ha sempre avuto un attaccamento viscerale per i nerazzurri. Ricordo che il Real Madrid dei Galacticos lo voleva come terzino destro e l'Inter era vicina a cederlo, ma Pupi disse di no. Non voleva lasciare l'Inter per nessun motivo. Voleva restare nerazzurro tutta la vita e ci è riuscito vincendo tutto da leader e capitano. Una bandiera che dev'essere da esempio. In campo manca uno come lui. Quando pensi ai nerazzurri ti viene in mente Javier".

L’Inter è Lukaku dipendente?

"Sì, ma come tutte le squadre dipendono dai campioni: l'Inter da Lukaku, il Milan da Ibra, la Juve da Ronaldo e la Lazio da Immobile. Se le punte non girano, sei fregato".

C’è nell’Inter di oggi un giocatore in cui si rivede?

"Perisic, ma lui è molto più forte di me. Sono io che sono felice dell'accostamento (ride, ndr)".

Un talento sudamericano che vedrebbe bene in Italia?

"Prenderei al volo Carrascal del River, trequartista dalla classe incredibile anche se sta giocando poco".

(Libero)

 

 

Potresti esserti perso