Handanovic, annata da Champions. E ora il portiere dell’Inter ha già prenotato un record…

Handanovic, annata da Champions. E ora il portiere dell’Inter ha già prenotato un record…

Il capitano dell’Inter il prossimo anno sarà il giocatore in attivo con più presenze in A

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Handanovic in allenamento

Con la vittoria sull’Empoli, l’Inter si è garantita l’accesso alla prossima Champions. Ma la firma sulla qualificazione è sicuramente di Samir Handanovic; le parate dello sloveno hanno salvato l’Inter dalla beffa all’ultima giornata e la stagione del portiere nerazzurro è stata a dir poco esaltante.

“Negli occhi dei nerazzurri c’è ancora il muro che Handa ha alzato contro l’Empoli davanti a Caputo, Farias e soprattutto Ucan all’ultimo secondo, ma praticamente tutta la stagione dello sloveno è stata ad altezza Champions, con almeno 10 partite in cui ha fatto la differenza. Perché dopo il debutto choc al Meazza, quando bucò su Belotti regalandogli il gol, il numero 1 è stato decisivo più di una volta, brillando anche in Europa. In Serie A Handanovic ha bissato le 17 partite senza subire gol dell’anno scorso, arrivando a 106 «clean sheet» totali in 7 stagioni interiste. Numeri impressionanti per il giocatore più longevo della rosa di Spalletti (è arrivato ad Appiano nel 2012). Che a metà stagione, il 13 febbraio, si è trovato sulle larghe spalle un peso in più, dopo essere stato scelto dal club come capitano nuovo di zecca al posto del detronizzato Icardi”, analizza La Gazzetta dello Sport.

Il portiere dell'Inter Handanovic

“La fascia sul braccio sinistro avrebbe potuto creargli tensioni sconosciute, e invece Handa è stato l’uomo a cui aggrapparsi quando l’attacco è andato fuori giri. Grazie a lui e ai compagni di difesa, Skriniar-De Vrij-D’Ambrosio su tutti, l’Inter è rimasta a galla anche nel periodo più difficile. E Samir, l’antidivo per eccellenza dello spogliatoio interista, l’uomo che usa i social con il contagocce e ha una moglie (Zoja, sposata nel 2012) più riservata di lui, è venuto fuori ancora con tutta la sua importanza, parando quasi il 75% dei tiri. Il cannibale nerazzurro poteva sembrare sul viale del tramonto ma non fa passi indietro: quest’anno ha giocato 49 partite, lasciando al secondo Padelli solo il debutto di Coppa Italia con il Benevento. A quasi 35 anni (che compirà il 14 luglio) la Lega l’ha premiato come migliore portiere della stagione, ma non finisce qui. Handa ha il contratto sino al 2021 e all’orizzonte non c’è ancora il nome di chi possa prendere il suo posto a difesa della porta dell’Inter. E con il ritiro di Pellissier e l’addio praticamente certo all’Italia di De Rossi, Samir ha già in mano un importante record per il prossimo campionato. Sarà lui, infatti, il giocatore in attività con più presenze in Serie A, 443”, si legge sul quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy