Icardi, l’Udinese porta bene: i numeri. Mauro ha ora due missioni da adempiere con l’Inter

Mauro è una vera bestia nera per i friulani

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Sabato l’Inter avrà un grandissimo match point per la qualificazione alla Champions League: eventuali tre punti metterebbero praticamente al sicuro il terzo posto, considerando poi che nelle ultime gare i nerazzurri affronteranno Chievo ed Empoli. Mauro Icardi rappresenta un’arma importante, considerando i suoi numeri con i friulani: “Quattro partite alla fine – scrive La Gazzetta dello Sport, che sia di una stagione – la più deludente da quando veste la maglia nerazzurra – o di una parentesi di vita, quella passata all’Inter, dove è arrivato come ragazzo emergente di grande prospettiva e poi si affermato come implacabile goleador. Mauro Icardi ha due missioni da portare a termine a maggio: la prima è contribuire all’ultimo obiettivo del club, centrando quella qualificazione Champions che anche Mauro ha a lungo inseguito prima dello scorso campionato; la seconda è convincere il c.t. dell’Argentina Scaloni ha convocarlo per la Coppa America di questa estate, dove però l’unico modo possibile sarebbe tornare ad essere protagonista in campo e molto meno sui social, dove negli ultimi giorni continua a comparire in foto molto intime con la moglie Wanda, creando anche qui una bella spaccatura. Il popolo nerazzurro continua ad essere diviso sul suo futuro in nerazzurro. Ma a quello si penserà a fine maggio.

Il presente dice che contro l’Udinese l’Inter si gioca una bella fetta di qualificazione alla prossima Champions. Mauro resta in ballottaggio con Lautaro (e sarà così fino alla fine del campionato) ma il suo umore è tendente al sereno pensando all’avversario. I numeri non hanno bisogno di grandi interpretazioni e il dato oggettivo è che l’Udinese porta bene a Icardi, che è sempre andato in rete nelle ultime tre uscite contro i friulani e ha messo lo zampino in dieci reti dell’Inter nelle ultime dieci gare di campionato contro i bianconeri, con sette reti e tre assist. Icardi ha anche deciso il match di andata, con un rigore per niente banale. Non solo per la trasformazione (col cucchiaio), ma soprattutto perché quella resta l’ultima rete di Mauro a San Siro in questo campionato. E una storia così importante merita di sicuro un (eventuale) finale diverso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy