Inter, il futuro dipende dalla Champions: definito l’arrivo di Godin, a centrocampo…

Il piazzamento in campionato condizionerà le strategie future dei nerazzurri

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Il futuro dell’Inter dipende strettamente dalla qualificazione alla prossima Champions League: non è un mistero che le strategie di mercato dei nerazzurri saranno strettamente collegate al tipo di competizione europea che affronterà nella prossima stagione, a cominciare dal tipo di calciatori che potranno essere trattati. Il Corriere dello Sport illustra così la situazione: “Il futuro dell’Inter e, quindi, anche i piani di Marotta sono strettamente collegati a che tipo di competizione europea disputerà l’anno prossimo la squadra nerazzurra. Confermarsi in Champions permetterebbe di portare avanti il percorso di crescita, che, attraverso l’aumento di fatturato, ha concesso di rafforzare la squadra e avvicinare il momento in cui l’Inter tornerà ad essere definitivamente competitività. Il tutto pur dovendo attraversare un settlement agreement con l’Uefa pesantissimo. Retrocedere in Europa League, invece, non solo stopperebbe quel tipo di processo, ma obbligherebbe ad un passo indietro, se non ad una sorta di ripartenza. In corso Vittorio Emanuele questo tipo di conti sono già stati fatti. E il gap tra le due competizioni, per quanto riguarda i ricavi (mettendo dentro sponsor, diritti tv e stadio) ammonta a circa 60 milioni di euro“.

MERCATO LEGATO ALLA CHAMPIONS – “Proiettando tale differenza sul mercato, si può ben capire come si ridurrebbe la “potenza di fuoco” nerazzurra. Ma inevitabilmente dovrebbero essere modificate le strategie e pure la filosofia da seguire per il rafforzamento della squadra. Poco dopo il suo arrivo, Marotta ha fatto capire come l’Inter abbia bisogno di un’iniezione di personalità e mentalità vincente per compiere un ulteriore step in avanti, ma anche per abbandonare vecchie abitudini, come quella di “fermarsi” alla ripresa del campionato dopo la sosta invernale. Insomma, dentro campioni abituati a vincere e a trascinare il gruppo in campo e fuori. In questo senso, Godin è il profilo ideale e anche un innesto certo: essendo in scadenza di contratto, è già stato definito tutto. E non a caso è stato fatto un pensierino a Rakitic, proposto dagli agenti del giocatore. Ma davanti all’insicurezza sull’esito del campionato, in corso Vittorio Emanuele si trovano nell’impossibilità di affondare il colpo. E nel frattempo si sono fatti avanti anche Bayern e Manchester United. In aggiunta, vengono tenute monitorate le situazioni di Modric (ora più vicino al rinnovo) e di Kroos a Madrid. Ovvio, però, che solo la Champions renderebbe l’Inter una piazza appetibile per stelle di questa grandezza. E solo la Champions permetterebbe al club nerazzurro di mettere sul tavolo offerte allettanti sia per i giocatori in questione sia per le società che dovrebbero lasciarli partire“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy