Inter, il lavoro di Suning piace all’UEFA: il circolo virtuoso porta frutti. Il FPF…

Inter, il lavoro di Suning piace all’UEFA: il circolo virtuoso porta frutti. Il FPF…

Con Suning il club ha innescato un percorso virtuoso

di Marco Macca, @macca_marco

Grazie all’operato di Suning, l’Inter ha intrapreso un percorso virtuoso che la porterà a rispettare i parametri UEFA e ad aver maggiore spazio di manovra sul mercato in vista della prossima stagione. Tuttosport analizza così i conti del club nerazzurro:

Fra i dati emersi dal bilancio rivelato ieri dal club nerazzurro, infatti, spiccano i ricavi saliti a 346,9 milioni di euro, in crescita del 9% rispetto al dato al 30 giugno 2017 quando la cifra si assestò su 318,2 milioni. Ma soprattutto i quasi 347 milioni rappresentano un dato record per la storia dell’Inter visto che nel 2010, dopo lo straordinario tris di successi della squadra di Mourinho, il bilancio nerazzurro si fermò a 323,5 milioni di fatturato. Ma c’è un ulteriore numero che fa sorridere il club nerazzurro e che dimostra come il percorso intrapreso dal 2016 da Suning – 474 milioni investiti nell’Inter – sia quello giusto per trasformare l’Inter in una società dai bilanci economicamente sostenibili, ben lontana da quella dell’era morattiana, dove i rossi erano all’ordine del giorno, col patron-mecenate pronto a ripianare i conti ogni stagione. Un club che era diventato un simbolo dei bilanci negativi e che oggi, invece, viaggia su binari assolutamente diversi come dimostra il passivo di 17,7 milioni al 30 giugno 2018, il miglior risultato dalla stagione ’02-03 quando l’esercizio si chiuse a -17. Un passivo in linea con le richieste del Fair Play Finanziario, visto che il bilancio che verrà presentato alla Uefa è in pareggio grazie al fatto che l’organismo europeo considera virtuose, e quindi da scalare, le spese relative a infrastrutture, vivaio, calcio femminile e progetti sociali“.

(Fonte: Tuttosport)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy