La Stampa – Il calcio vuole ripartire: Inter e Juve richiamano gli stranieri in Italia

Il punto de La Stampa sulle reazioni del mondo dello sport dopo la proroga delle misure restrittive

di Matteo Pifferi, @Pifferii
CorSera - Senso del dovere Inter: ha insistito per Inter-Samp, poi ha mollato

“Giocatori stranieri che rientrano in Italia, pressioni di Lega Serie A e Federcalcio per tornare ad allenarsi il prima possibile e ora anche una prima vera data per far ripartire lo sport. Nel giorno in cui il Governo ha allungato ufficialmente le misure restrittive per contenere il coronavirus, i segnali di una ripresa si fanno sempre più chiari e forti”. Apre così l’articolo de La Stampa in merito alla possibile ripresa del campionato.  “Non solo perché Inter e Juve hanno già richiamato gli stranieri che dovranno sottoporsi a due settimane di quarantena, ma perché il ministro dello sport ha fissato il punto zero”, aggiunge il quotidiano che riporta sia le parole di Spadafora che quelle di Malagò sebbene Gravina e la Lega Calcio abbiano spinto per la ripresa anticipata (dopo Pasquetta) degli allenamenti.

LA SERIE A RIACCENDE I MOTORI – Le squadre, però, sembrano già pronte a ripartire, non appena ci sarà il semaforo verde da parte del Governo: “Al netto delle suggestioni, la maggioranza delle società di Serie A sta riaccendendo i motori: serviranno ritiri blindati e controlli costanti, mentre sono già pronti i protocolli medici per rifare le visite di idoneità e trattare in modo specifico chi è risultato positivo al Covid-19”, chiosa La Stampa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy