Inter, l’acquisto di Lukaku è un segnale per tutta la Serie A: sfida aperta alla Juventus

Inter, l’acquisto di Lukaku è un segnale per tutta la Serie A: sfida aperta alla Juventus

L’arrivo del centravanti belga ha riacceso l’entusiasmo del popolo nerazzurro, ma non solo

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Romelu Lukaku

Un segnale forte, per se stessa ma anche per tutta le Serie A: l’Inter vuole fare sul serio, e l’acquisto di un top player come Romelu Lukaku ne è la prova. La Gazzetta dello Sport spiega così il valore che l’arrivo del centravanti belga può avere sul campionato italiano:

L’arrivo di Lukaku è un bel segno per l’Inter e un segnale per tutti. Lo è perché il belga è un centravanti forte, perché è la prima richiesta di Conte ma soprattutto perché è stato preso sorpassando in volata la Juve. Un club sempre difficile da battere sia in campo sia fuori. Marotta ha avuto la pazienza di costruire una trattativa difficile e la rapidità, l’azzardo quasi, di chiuderla al momento giusto. Se Lukaku giocherà in nerazzurro il merito è in massima parte suo, oltreché di Zhang che ha finanziato l’impresa. La traduzione in punti dei colpi consumati nell’afa di agosto non è mai automatica, quindi aspettiamo di vedere come il giocatore si inserirà. Ma di sicuro l’Inter vista fin qui nelle amichevoli è di gran lunga superiore all’Inter di Spalletti della scorsa estate. Conte ha già dato alla squadra una fisionomia precisa, il che renderà meno complicato usare al meglio la qualità tecnica e la capacità d’urto di Lukaku.

Ci sono insomma tutte le premesse perché l’Inter faccia un salto in alto. Quanto in alto è presto per pronosticarlo. Dipende da una montagna di fattori, il primo è vedere quanto adesso faranno gli altri club che partono per sfidare la Juve. L’arrivo di Lukaku può sbloccare un mercato vissuto fin qui di una girandola di cambi in panchina, ma di un solo grande colpo: De Ligt in bianconero. Ci aspettiamo ora che succeda qualcos’altro. Intendiamoci, non solo acquisti di top player, ma acquisti che abbiano un senso tecnico, che nascano da un’idea di calcio precisa. Non esiste un solo modo per vincere. L’importante è che il campionato ritrovi il sapore dell’incertezza, il gusto di uno scudetto contendibile. La Premier è il campionato più ricco perché è il più imprevedibile, il più combattuto.

La Juve ha svolto benissimo il suo ruolo negli ultimi otto anni. Evidentemente meglio di tutte le avversarie, visto che ha vinto sempre lo scudetto, per giunta spesso in abbinata alla Coppa Italia. La volontà dell’Inter di ripartire da Marotta e Conte, due che la Juve la conoscono bene, nasce dalla consapevolezza di questo dato di fatto. Uno sforzo non piccolo per tornare a guardare la Juve dritta negli occhi. Altrimenti che derby d’Italia sarebbe?“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy