Inter, l’attacco si è perso. Champions vicina, ma davanti si salva solamente Perisic

Il reparto offensivo dell’Inter sta deludendo nell’ultimo periodo

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Le ultime uscite dell’Inter hanno evidenziato il problema del gol per la squadra nerazzurra. Se la difesa continua a registrare buone prestazione e prosegue nell’incassare pochi gol, lo stesso non si può dire per il reparto offensivo.
“Quanto sia stato finora deludente il girone di ritorno dell’Inter lo dicono le statistiche, non solo i 4 pareggi nelle ultime 5 giornate. Nei primi 16 turni dell’andata i nerazzurri avevano conquistato 32 punti (2 di media a incontro) grazie a 28 gol fatti e 13 subiti, mentre nelle prime 16 gare del girone di ritorno i punti portati a casa sono stati 24 (1,5 di media) con 21 reti realizzate e 14 incassate. Le voci statistiche, insomma, sono tutte peggiorate, ma, se più o meno la difesa ha tenuto, è stato l’attacco a tradire. Nel girone di ritorno inoltre le gare senza gol segnati sono state 6 su 16, in quello d’andata appena 3 su 19”, analizza il Corriere dello Sport. 
“Per capire le recenti difficoltà a conquistare i tre punti di un’Inter che riprenderà gli allenamenti mercoledì (da verificare le condizioni di De Vrij, alle prese con un fastidio a un adduttore, e di Vecino, a Udine out per una contrattura al retto femorale) basta dare un’occhiata al rendimento degli attaccanti: Lautaro Martinez non segna dal derby del 17 marzo e, superato un infortunio alla coscia che lo ha tenuto fuori 4 incontri, negli ultimi 3 match è rimasto a secco; Mauro Icardi dopo la rete al Genoa del 3 aprile ha inanellato una serie di 5 gare senza battere il portiere avversario; Politano ha un digiuno ancora più lungo (8 giornate) e l’ultima volta ha esultato contro la Spal, il 10 marzo, mentre Keita non esulta dal 29 dicembre nella trasferta di Empoli. L’unico che si salva è Perisic, 3 reti negli ultimi 6 turni di A, ma nel complesso troppo poco per considerare positivo il bilancio del reparto”, si legge sul quotidiano.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy