Inter, Paganin: “Col Verona si deve giocare solo in un modo. Lazaro fattore, Lukaku uomo squadra”

Inter, Paganin: “Col Verona si deve giocare solo in un modo. Lazaro fattore, Lukaku uomo squadra”

Le parole dell’ex difensore

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Intervenuto ai microfoni di Inter TV prima della gara con il Verona, l’ex difensore Massimo Paganin ha parlato così della gara che dovranno affrontare i ragazzi di Conte: “E’ una partita non semplice, il Verona lavora con entusiasmo: quando ha perso con Napoli e Juve ha giocato in maniera propositiva. Giocano con il 3-4-2-1 e fanno calcio. L’Inter è in casa, deve fare la partita e cercare di mettere pressione alla Juventus. Si chiude un ciclo di 7 gare, giocare in casa è importante. Il Verona è pragmatico: costruisce occasioni, è temibile quando riparte. L’Inter dovrà fare la partita, la preoccupazione sarà difendere lo spazio che si crea dietro la linea difensiva. La partita va giocata in questo modo e non ci sono possibilità diverse: c’è da recuperare dal punto di vista mentale dopo la sconfitta di Dortmund, ma Conte ha insegnato a riprendersi in fretta. Sono tutti coinvolti nelle reti, mancano solo i gol su calcio piazzato: prima o poi arriveranno. La squadra entra sempre con l’atteggiamento giusto, con la giusta cattiveria agonistica: i giocatori sanno cosa devono fare e che tutti possono essere pericolosi. Stasera ci si può aspettare che qualcun altro vada a segno”.

LE PAROLE DI CONTE – “Le delusioni dopo una sconfitta sono tante, ma si impara dagli errori e dalle difficoltà: una squadra cresce con questo. Ci possono essere passaggi a vuoto, attraverso i quali si possono ottenere risultati grandi: l’importante è risollevarsi e rientrare in campo senza subire un contraccolpo psicologico. Ci deve essere un’evoluzione, mi aspetto una prova importante di maturità”.

JURIC – “Non è ancora un miracolo, lo sarebbe se si salvassero: sta facendo cose importanti, il Verona ha un’idea precisa e non ha timore reverenziale. Ha fatto un grandissimo lavoro finora, si sta consolidando come allenatore e ha dato strumenti importanti alla squadra per fare un buon campionato”.

LUKAKU – “Ha numeri importanti, l’accostamento con Ronaldo è rischioso: Lukaku sta facendo bene, ha dimostrato di essere uomo squadra. Sta crescendo l’intesa con Lautaro, è di buon auspicio avere centravanti che segnano così tanto. Stasera da loro due ci si aspetta molto, sarà importante il loro lavoro”.

LAZARO – “Può diventare un fattore: sta imparando a difendere, lui è bravo nell’altra metà campo. E’ molto forte nell’1vs1, si cercherà di isolarlo con il suo avversario: ha una condizione mentale buona, è cresciuto a livello fisico. E’ un giocatore in più per Conte e per poter cambiare il dettame tattico anche in corso della partita”.

SENSI – “Potrebbe entrare oggi, è possibile che Conte lo faccia giocare per dargli minutaggio: ma se non ha recuperato appieno difficilmente sarà schierato. Dipenderà molto anche da come andrà la partita: l’importante è che i giocatori a disposizione aumentino”.

SALCEDO – “E’ giovane, deve crescere: ma se gioca titolare vuol dire che il percorso di crescita è stato importante. Attacca lo spazio ed è rapido, è una prima punta importante: è molto giovane, ci auguriamo che cominci a disputare buone gare dalla prossima. Per lui è un test importante”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy