Inter, porta blindata. Sono già 14 i clean sheet di Handanovic, in Serie A meglio solo la Juve

Il portiere ha mantenuto spesso la porta dell’Inter inviolata

di Andrea Della Sala, @dellas8427
La vittoria con il Genoa è arrivata a seguito di una prestazione molto convincente dell’Inter. Quattro gol e zero subiti, quello che è diventato un marchio di fabbrica di Samir Handanovic.
“Il gusto di una trasferta senza prendere gol in campionato, l’Inter non lo assaporava dai tempi di… Icardi. Altra sfumatura di un ritorno di Maurito da consegnare in pasto alle statistiche, ma ora il capitano è Handanovic e il numero di clean-sheet – le partite con la porta inviolata – non passa inosservato. La difesa nerazzurra ha fatto anche meglio del Napoli, quattordici volte in tutto (quelli di Ancelotti sono fermi a tredici) senza concessioni ai rivali: la Juve cannibalizza anche questo primato, ma partite prive di gol subiti ne ha totalizzate solo due in più dell’Inter. Contro il Genoa, nessuna rete incassata tra andata e ritorno da Handanovic: Spalletti potrebbe fare lo stesso anche con Frosinone, Udinese, Napoli e Empoli dopo averla sfangata un girone fa”, si legge sul Corriere dello Sport.

“Quattordici su trenta significa quasi metà delle partite. Un dato che esalta il reparto interista, ma che va in contro-tendenza con il percorso di Champions League. Nel girone, Samir Handanovic ha sempre dovuto raccogliere il pallone in fondo alla rete almeno una volta. Che poi l’Inter abbia rimontato quattro volte su sei, è un altro discorso: qualificazione sfumata e rimpianti assortiti. Mentre in Europa League, quatto partite e una sola rete presa. Il bello viene adesso, probabilmente: c’è la sfida all’Atalanta domenica, a stretto giro anche Roma e Juventus più il Napoli in coda al campionato. A proposito, l’anno scorso contro i campioni d’Italia all’andata e due volte davanti al Napoli l’Inter ha saputo imporre lo 0-0. Mantenere la seconda miglior difesa della serie A – mentre nella scorsa stagione è stata la quarta, l’anno prima addirittura la sesta – è un ulteriore segnale di crescita per la squadra di Spalletti”, spiega il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy