Joao Mario sul razzismo in Italia: “Non si rendono conto della gravità, devono iniziare a…”

Joao Mario sul razzismo in Italia: “Non si rendono conto della gravità, devono iniziare a…”

Le parole del giocatore portoghese su un tema molto caldo anche in serie A

di Redazione1908
Joao Mario

Joao Mario si è espresso ai microfoni dell’Associated Press a proposito del razzismo nel calcio italiano e delle misure che le sue istituzioni hanno promesso di prendere: “Hanno bisogno di cambiare la loro mentalità. Una volta che ti rendi conto che c’è un problema lì, possono davvero cambiare. Ma al momento non si rendono conto che si tratta di un grosso problema”. Cori razzisti sono stati recentemente rivolti a giocatori di colore come Romelu Lukaku, Franck Kessie, Dalbert Henrique, Ronaldo Vieira, Kalidou Koulibaly e Mario Balotelli. “Succede ovunque. È triste, ma è vero”, ha detto João Mário raccontando della sua esperienza in serie A con l’Inter nel 2016, “Mi è successo lì. Succede ai miei amici lì. Succede ogni giorno. Devono dare il daspo alle persone. Devono iniziare ad arrestare le persone. Possono davvero fare la differenza”, ha detto. “Dobbiamo prenderlo sul serio, questo problema. Altrimenti, continueremo a parlarne. Continueremo a essere tristi per questo.”

(AP)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy