Il Giornale – La rabbia di Lautaro apre un interrogativo: non era il caso di…

L’argentino si è sfogato al momento della sostituzione nella gara col Genoa ma serve tanto alla squadra di Conte

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Antonio Conte ha ridimensionato immediatamente nel post partita l’episodio. Il nervosismo di Lautaro, ha spiegato, non è certo un caso se si considera che ci possa stare che un attaccante voglia dire la sua segnando. Il quotidiano il giornale sottolinea che se da un lato Lukaku ha iniziato la stagione alla grande, non è dello stesso umore l’argentino: “Il Toro non ha ancora segnato, non ha mai brillato e sabato sera è uscito dal campo arrabbiatissimo, sfogandosi con un colpo contro la panchina. Probabilmente la rabbia è verso se stesso e la
consapevolezza di non essere in un momento brillante di condizione. Ma, dopo le tante voci di mercato e la scelta finale di rimanere a Milano, serve tantissimo alla squadra. Con la sua grinta e con i gol con cui si è consacrato nella scorsa stagione. La condizione migliore, probabilmente, arriverà con il tempo ma di tempo in casa nerazzurra ce n’è pochissimo“.

La rabbia di Lautaro per la prestazione metterebbe in evidenza un problema in attacco: “Basta il solo Sanchez come alternativa al duo d’attacco titolare? Non era forse il caso di acquistare un altro attaccante utile in caso di bisogno? Nel caso, gennaio è già dietro l’angolo nella speranza che non sia troppo tardi. Perché l’Inter, che piaccia o no deve dare tutto il suo meglio sin da subito”, si legge nello stesso articolo nel quale si sottolinea anche come “va bene l’occasione di giocarsi il campionato che mai come quest’anno sembra senza un dominatore assoluto, ma l’esperienza deve pur insegnare qualcosa: la Champions è fondamentale”. 

(Fonte: Il Giornale, 26-10-20)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy