LE RIVALI – Gattuso: “Sento dire che l’Inter è morta, non è così. Icardi? Penso che…”

LE RIVALI – Gattuso: “Sento dire che l’Inter è morta, non è così. Icardi? Penso che…”

Le parole dell’allenatore rossonero alla vigilia del derby

di Gianni Pampinella

Alla vigilia del derby di Milano, Gennaro Gattuso ha parlato del match in conferenza stampa. Queste le dichiarazioni dell’allenatore rossonero: “Non dobbiamo pensare al derby di 4 mesi fa che era un derby diverso. Sento dire da qualche giorno che l’Inter è morta e che noi siamo i favoriti, nel derby non esiste nessun favorito. Bisogna giocarla con il cuore e rispettare l’avversario. Voglio vedere da parte dei miei giocatori una partita giocata con intelligenza. Bisogna rispettare l’Inter che è una squadra composta da grandissimi campioni. Dobbiamo essere bravi alla loro pressione, all’andata non ci hanno fatto respirare e non ci facevano uscire con il nostro palleggio e domani penso che sarà la stessa partita, ci vorrà coraggio. La cosa che mi preoccupa di più è quello che ti può lasciare questa partita se le cose vanno male, non lo so se è la partita più importante. Se non va bene a livello mentale dobbiamo lavorare sulla testa dei giocatori. Io devo pensare alla mia squadra, ai problemi che abbiamo e le nostre cose positive. Non sono dentro lo spogliatoio dell’Inter. Icardi? Per come vedo il calcio io, penso che anche il giocatore più forte al mondo deve avere rispetto degli altri componenti dello spogliatoio. E quando vedo che qualcuno manca di rispetto posso diventare l’uomo più cattivo del mondo. Tante volte il rispetto deve essere fondamentale e penso che lo spogliatoio è sacro. Mi piace quando con i miei giocatori ci diciamo le cose in faccia, meglio mandarsi a quel paese e non parlarsi per uno o due giorni. Noi qualche figuraccia l’abbiamo fatta, quindi dobbiamo preparare bene la partita e con umiltà contro una squadra forte che ti può far male“.

(Sky Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy