L’Inter sogna Kovacic? C’è una possibilità che si concretizzi. TS: “La volontà di Suning…”

L’Inter sogna Kovacic? C’è una possibilità che si concretizzi. TS: “La volontà di Suning…”

Il croato, però, ammette di voler rimanere a Londra

di Matteo Pifferi, @Pifferii

Il sogno di Piero Ausilio si chiama Mateo Kovacic. L’ex centrocampista dell’Inter, di proprietà del Real Madrid ma in prestito al Chelsea, ha espresso la volontà di rimanere in Inghilterra ma l’ipotesi nerazzurra, seppur difficile, non è da scartare. Secondo quanto riportato da Tuttosport, qualora non ci fosse l’accordo tra Chelsea e Real per il riscatto, l’Inter potrebbe inserirsi, approfittando degli ottimi rapporti tra il ds nerazzurro e Mamic, agente del croato.

KOVACIC PER HAZARD, L’INTER SPERA – “Tutto bello, ma il mercato (spesso) non conosce sentimenti. E non si fa peccato a pensare che il Real possa legare il cartellino di Kovacic a quello di Eden Hazard per cui finora Roman Abramovich non ha voluto sentire offerte. Difficile pensare che Florentino Perez, nel caso in cui riceva un rifiuto per il belga, possa cedere Kovacic al Chelsea. E’ quello che si augurano pure Ausilio e Marotta che, finalmente liberi dal settlement agreement Uefa, potrebbe presentarsi a Madrid con un’offerta per il giocatore che, tra l’altro, pure a Milano si è sempre trovato benissimo”, sottolinea Tuttosport che evidenzia due motivi per i quali l’affare Kovacic sia più vantaggioso, per l’Inter, rispetto all’affare Modric: Mateo è più giovane di 9 anni e ha un ingaggio inferiore (4,5 mln contro 10 annui del Pallone d’Oro).

SUNING – Di primaria importanza è anche conoscere la volontà di Suning: l’obiettivo è quello di rispettare i parametri UEFA e il no a Ramsey – 8 mln di richiesta di ingaggio – è “un segnale di quanto la proprietà sia attenta al monte ingaggi dei big presenti in rosa”. Per Modric, forse si farebbe un’eccezione ma su Kovacic “si potrebbe costruire un progetto pluriennale e, contemporaneamente, lavare nel miglior modo possibile, un errore fatto in passato quando il croato è stato sacrificato sull’altare del bilancio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy