GdS – L’Inter si complica sempre la vita: la medicina è Lukaku. “Anche Romelu sa che…”

Il punto de La Gazzetta dello Sport sull’importanza di Lukaku per l’Inter

di Matteo Pifferi, @Pifferii

“Qual è l’unico vaccino in natura contro il male nerazzurro di stagione, di tutta la stagione? L’Inter si è regalata tra stenti e patimenti un affascinante derby di Coppa con i cugini, ma è affetta dalla solita misteriosa malattia che solo un uomo può combattere. Romelu Lukaku è la medicina per salvare la squadra di Conte, che ha una innata capacità di complicarsi la vita”. Apre così l’articolo de La Gazzetta dello Sport in merito al fattore Lukaku che ha permesso all’Inter di evitare i calci di rigore e di approdare così ai quarti di finale di Coppa Italia. “A Firenze i nerazzurri hanno infatti strappato, con un surplus inutile di fatica e agitazione, quello che avrebbero potuto raccogliere in tranquillità”, continua poi il quotidiano.

LUKAKU SEMPRE DECISIVO – “Una volta messo il match su comodi binari con il rigore di Vidal – il tempo dirà se è saltato il tappo alla stagione del cileno -, sarebbe bastato centrare la porta da un metro e, magari, evitare beneficenze non richieste. E invece quel sommarsi di gol divorati e regali sparsi ai rivali è un pericoloso trend: si ripete più o meno sempre, esattamente come l’esultanza liberatoria del centravanti”, aggiunge La Gazzetta che definisce Lukaku risolutore e semplificatore di Conte. “Non segnava di testa da luglio col Genoa e ieri ha regalato al suo allenatore un avvicinamento più morbido alla partita delle partite contro la Juve. Il saggio Romelu sa che il problema dei troppi sprechi e dei troppi cali esiste, che è grosso quasi quanto lui e per questo non va certo tralasciato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy