FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

CdS – Maresca sarà fermato a lungo: un disastro. E paga soprattutto un errore

CdS – Maresca sarà fermato a lungo: un disastro. E paga soprattutto un errore

L'arbitro di Roma-Milan non arbitrerà per un po' in Serie A dopo gli errori evidenti che hanno fatto pure infuriare Mourinho

Eva A. Provenzano

"Sei sempre tu, Maresca". Conte non gliele aveva mandate a dire nella scorsa stagione e quella frase risuona nell'aria in queste ore dopo il disastro in Roma-Milan. L'arbitro è stato firmato dal designatore Rocchi. Tante ammonizioni nella gara tra giallorossi e rossoneri, come in Inter-Atalanta (8 gialli "e gara letta malissimo").

 Getty Images

Il Corriere dello Sport parla della decisione dei vertici AIA e spiega: "La prova che è un arbitro irrimediabilmente non adatto a certe partite, a certe latitudini. Perché non è da domenica che Maresca combina guai simili. Il compianto Stefano Farina, che stravedeva per lui, aveva nei suoi confronti un rapporto di amore (arbitralmente parlando) e odio. Lo sospese l’anno della promozione (tre settimane circa “non ufficiali”) per poi proporlo per il salto in serie A. Dopo ci hanno provato in tanti, da Messina (un anno) a Rizzoli (dal 2017-2018 fino allo scorso anno) e adesso Rocchi. Tutti con la voglia (o presunzione?) di volerlo cambiare. Perché ha (avrebbe) lampi da arbitro. Tutti, irrimediabilmente, delusi".

L'errore che gli ha causato lo stop è stato soprattutto uno: "L’irriverente ostinazione di continuare a pensare di aver assegnato un giusto rigore anche quando il VAR (Mazzoleni) te lo ha fatto vedere e rivedere. Mazzoleni, pur non essendo il più bravo, è comunque un VAR esperto e la scorsa stagione era diventato una garanzia al monitor. Eppure neanche davanti all’evidenza, la presunzione di Maresca ha fatto un passo indietro", ha spiegato il CdS. Sottolineando che a quel punto, in occasione dello scontro Kjaer-Pellegrini "si può dire che il VAR è rimasto “sdegnatamente” silente, come a dire: ora cavatela da solo. C’è da comprenderlo, visto il precedente di pochi minuti prima, eppure doveva chiamarlo ancora al video, come fece Guida con Mariani in Inter-Juve, per un rigore che era più «chiaro ed evidente» di quello assegnato. E poi, il rosso a Theo Hernandez che non c’era (precedente fallo su Ballo-Toure) mentre poteva starci quello per Veretout su Tonali al 96’". 

(Fonte: Corriere dello Sport)

tutte le notizie di