Mata racconta il suo primo incontro con Van Gaal: “Venne da me ed ecco cosa mi chiese”

Nel suo libro il giocatore racconta il suo primo incontro con l’olandese

di Gianni Pampinella

Nelle scorse ore Juan Mata ha presentato il suo libro “Improvvisamente un calciatore”, in cui rivela alcuni dettagli della sua vita da giocatore. Il centrocampista scrive anche del suo primo incontro con Louis Van Gaal che lo ha allenato al Manchester United tra il 2014 e il 2016. “È venuto da me e ha detto: ‘Ciao, sono Louis Van Gaal. Per favore, potresti presentarti e raccontarmi cose su di te? Chi conosce Van Gaal sa quanto possa essere intimidatorio faccia a faccia. Cose su di me? Ho pensato, che vuoi dire? Non sapevo da dove iniziare, quindi ho scelto la strada facile. “Mi chiamo Juan, ho 26 anni e gioco a calcio da quando ricordo”, dissi. Ma lui rispose rapidamente: “Lo so già. Dimmi delle cose sulla tua vita personale. Hai una moglie? Dei bambini? Cosa ti piace oltre al calcio?”. Ha iniziato a farmi domande dirette sulla mia vita e sulla mia carriera prima di passare alle questioni calcistiche: dove pensi di poter giocare? Qual è la tua posizione? Dove ti vedi in questo sistema? Louis voleva vedere di che pasta eravamo fatti e come avremmo reagito al suo interrogatorio. Voleva solo conoscere meglio i tuoi giocatori dentro e fuori dal campo“, ha raccontato il 31enne. Nonostante alcuni suoi modi particolari di presentarsi ai suoi giocatori, Mata ha elogiato Van Gaal . “L’aura terrificante che emanava celava un uomo buono con un cuore grande“.

(Marca)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy