Milan, Giampaolo: “La mia è una squadra fidelizzata. Ma le sconfitte rallentano la crescita”

Le parole dell’allenatore rossonero dopo la sconfitta con il Torino nel posticipo del turno infrasettimanale di campionato

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

«In 4 minuti la partita è cambiata». Spiega così la sconfitta con il Torino mister Giampaolo. «Per personalità e intensità per larghi tratti la squadra mi è piaciuta ma la sconfitta non ci sta, assolutamente». Ai microfoni di Skysport ha anche aggiunto:

-La fa arrabbiare più questa di sconfitta o quella nel derby dove c’è stato un divario netto soprattutto nel secondo tempo? 

A me dispiace soprattutto perché la squadra lavora bene, è fidelizzata, lavora bene, mi segue e mi dispiace soprattutto per i calciatori quando non arrivano i risultati. Non è una squadra che recita individualmente, cerca di fare le cose per bene. Ma è chiaro che devi avere il conforto dei risultati per predicare un certo verbo. La sconfitta è chiaro che rallenta la crescita, il senso di autostima però io ho potuto constatare di avere un gruppo giusto e spero che non si arretri di un cm. 

-Si è visto tanto talento in campo, come vuole Maldini…

Non devo togliere niente a chi ha giocato prima rispetto chi ha giocato oggi. Ho un gruppo solido. E non tolgo niente a nessuno, che poi ci siano giocatori di talento li abbiamo visti in fase di preparazione. Spero e sono convinto che la squadra possa continuare, nonostante le battute d’arresto, ad avere la fiducia giusta. Suso stasera mi è piaciuto, ha lavorato bene sia in fase di possesso che di non possesso. 

(Fonte: Skysport)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy