Mirabelli: “Icardi svenduto, grande affare Psg. E l’Inter non mi ascoltò quando proposi…”

Le parole dell’ex capo degli osservatori nerazzurri ai microfoni di TMW

di Daniele Vitiello, @DanViti

Quanto inciderà sul mercato la crisi scatenata dalla pandemia in corso? Ha provato a spiegarlo Massimiliano Mirabelli ai microfoni di TMW: “Inciderà tanto e per tante squadre. Guardo all’Europa, ci sarà un divario notevole di mercato. I grandi club, quindi la Juventus, l’Inter, il Manchester City o il Real Madrid riusciranno a fare ancora mercato. Per tanti invece ci sarà un ridimensionamento. E quindi servirà grande conoscenza del calcio mondiale, ne beneficerà chi conosce i calciatori. Bisognerà essere molto creativi. Si tornerà al baratto, aspettiamoci prestiti e scambi vari”.

Giusto aspettarsi che le squadre di fascia media siano costrette a svendere i propri gioielli?
“Dipenderà tanto dalle capacità economica dei club. C’è chi ha necessità di vendere, quindi il prezzo lo farà il mercato. Se riesci a mettere un calciatore in un’asta lo venderai sempre bene. Altrimenti corri il rischio di monetizzare di meno. Potrei fare un esempio…”.

Prego.
“Icardi, ceduto a 50 milioni, per me è stato svenduto. Vale molto di più. Il PSG ha fatto un grande affare”.

Potrebbe partire anche Lautaro Martinez.
“Ha una clausola importante. Se andrà via, l’Inter avrà incassato tanti soldi da poter essere protagonista sul mercato”.

Un’idea è Aubameyang.
“Era un mio pallino dai tempi in cui ero all’Inter. Lo seguivo al Saint Etienne. Non sono stato ascoltato abbastanza. Poi quando sono andato al Milan ho cercato di prenderlo. Aubameyang è straordinario, può giocare in qualsiasi top club europeo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy