Molfetta: “Oggi ho realizzato un sogno. A Torino? Non vado in campo nemico”

Molfetta: “Oggi ho realizzato un sogno. A Torino? Non vado in campo nemico”

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Ai microfoni di SkySport24 è intervenuto Carlo Molfetta, medaglia d’oro a Londra 2012 e tifoso interista. Oggi è stato ospite alla Pinetina e ha ricevuto in regalo la maglia di Zanetti. Lui gli ha lasciato il suo kimono con la fascia personalizzata. Ecco le parole del campione olimpico: “E’ il realizzarsi di un sogno essere qui, davvero. Non sono riuscito ad allenarmi con loro, ma ci siamo ripromessi che ci ritroveremo un’altra volta. Se possiamo puntare allo scudetto? Sicuramente la Juve di quest’anno è una squadra collaudata che ha fatto bene finora. Ha avuto pure una serie di circostnze fortunose, se noi riusciamo a dare tutto, forse possiamo fare bene e dobbiamo sempre puntare alto. Moratti? Spero di incontrarlo domani allo stadio. Se vado a vedere la partita con la Juve? Non vado in campo nemico (ride), preferisco San Siro. Se fossi stato calciatore, che tipo di giocatore sarei stato? Sarei stato un attaccante alla Ibra, la predisposizione del nostro sport è quella e facciamo cose per un calciatore difficili. Ibra? E’ stato sia da loro che da noi, adesso farebbe più comodo a noi. Sono oggi ad Appiano e domani a Milano per ricordare la partita del cuore a Carpi per i terremotati, è importante che si partecipi per aiutare le persone colpite dal terremoto in Emilia“.

Il 1 novembre si giocherà la partita Nazionali cantanti vs Teniamo botta allo Stadio Cabassi di Carpi (Mo) alle 14:30. Il ricavato dalla vendita dei biglietti sarà interamente destinato alla ricostruzione ed al finanziamento di due progetti nei comuni di Carpi e Finale Emilia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy