FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Orsi: “Inter, polemiche in caso di ko. Immobile-Acerbi meglio di Lukaku-De Vrij”

Le dichiarazione dell'ex estremo difensore Fernando Orsi sulla sfida di questa sera tra l'Inter di Conte e la Lazio di Inzaghi

Alessandro De Felice

Fernando Orsi, ex portiere della Lazio, ha parlato alla vigilia della sfida tra l'Inter e i biancocelesti di Simone Inzaghi, ai microfoni di LazioPress.it. L'ex calciatore e ora opinionista ha presentato la gara in programma questa sera a San Siro. Si parte dal successo della formazione capitolina contro il Cagliari di domenica corsa: "Conta molto soprattutto pensando alla trasferta di Milano: ora i biancocelesti arrivano a San Siro con ‘il petto in fuori’. Con l'Inter sarà una sfida equilibrata: i biancocelesti ci arrivano bene, dopo sei vittorie consecutive, giocando come stavano facendo prima del lockdown e con lo spirito e l’intesa giusta da parte dei giocatori. Due mesi fa i nerazzurri erano superiori, oggi direi che le possibilità di vittoria sono al 50%".

Orsi ha parlato anche delle ambizioni della squadra di Conte e quella di Inzaghi: "La Lazio adesso ha poco da perdere. L’obiettivo per i capitolini in primis rimane la Champions e pur perdendo sarebbe raggiungibile, rimarrebbero in corsa. Vincendo si metterebbe ancora meglio la classifica e si potrebbe iniziare a pensare a qualcosa di più importante. Se l’Inter fa un passo falso, e Milan e Juventus vincono, rimette in gioco tutto, soprattutto dopo l’eliminazione in Coppa Italia. In casa nerazzurra tornerebbero senz’altro le polemiche, quindi direi che loro si giocano qualcosa in più".

Reina e Handanovic? Orsi dice la sua sui due portieri: "Il portiere laziale non ha fatto tante parate perchè la difesa in questo periodo sta facendo bene, ma ha portato fiducia nel reparto: non che la squadra non ne avesse in Strakosha, ma lo spagnolo fa meno errori e rilancia meglio l’azione. A livello tecnico non vedo lo Reina superiore all’albanese, ma lo è sicuramente dal punto di vista della personalità e nel modo di giocare con i piedi. Un’impostazione di gioco, la sua, che piace ad Inzaghi, il quale preferisce sempre iniziare l’azione da dietro; inoltre ha il piede ‘caldo’ e Milinkovic lo trova sempre, si è visto anche con l’Atalanta che l’azione è ripartita da lui. E’ un libero aggiunto e questo è importate quando la squadra è in difficoltà, perché sa di potersi appoggiare a lui e non sbaglia. Tra lui e Handanovic? Per il modo di giocare con i piedi dico il primo, a livello tecnico l’interista".

Getty Images

Altra sfida nella sfida è quella tra Immobile e Lukaku: "Ciro va in gol sempre, ogni domenica. Ha pochi cali di tensione durante la stagione da 2\3 anni a questa parte, mentre il belga non mi sembra abbia ad oggi una grandissima condizione, anche se poi i giocatori di questo calibro si riprendono in fretta: gli basta fare gol e improvvisamente lo status fisico sale. Sono due giocatori importanti, determinanti. Ovvio che oggi Immobile è un valore aggiunto. L’Inter senza Lukaku ha meno difficoltà, la Lazio senza il suo attaccante perde tantissimo. Sono due grandissimi calciatori, ma per la sua squadra è sicuramente più decisivo il laziale, soprattutto per quanto visto in questi tre anni, con oltre 100 reti messe a segno".

Getty Images

Due moduli a specchio e una gara si potrà decidere sulle fasce: "Quando si affrontano squadre a specchio solitamente sono i duelli individuali che fanno girare la partita da una parte o dall’altra, quindi ciò che accadrà sulle fasce sarà molto importante. Conterà tanto però anche il lavoro degli intermedi di centrocampo: la catena di destra di Milinkovic e Lazzari è collaudata, giocano praticamente a memoria. Dovranno stare attenti i difensori ad anticipare il passaggio lungo e gli esterni a non abbassarsi troppo. Sarà una bella sfida perché entrambe le rose hanno i quinti che sanno essere determinanti".

Infine Orsi ha parlato dell'addio di De Vrij alla Lazio e l'arrivo di Acerbi al suo posto: "Come valuto questo cambio in difesa? Ci ha guadagnato la Lazio. I biancocelesti hanno un giocatore che non è mai stato assente per motivi fisici, se non una o due partite. Ed anche il suo rendimento è stato sicuramente migliore. De Vrij è un valido giocatore, però Acerbi è stato sicuramente un innesto più che funzionale”.

 

tutte le notizie di

Potresti esserti perso