Pagliuca: “Mancini? Ci siamo mandati spesso a quel paese. Quando giocavo nell’Inter…

Pagliuca: “Mancini? Ci siamo mandati spesso a quel paese. Quando giocavo nell’Inter…

L’ex portiere nerazzurro ha parlato al Corriere della Sera

di Marco Macca, @macca_marco

Gianluca Pagliuca, ex portiere tra le altre anche dell’Inter, ne ha passate tante con Roberto Mancini ai tempi della Sampdoria. In pochi, meglio di lui, possono dunque spiegare il carattere e la personalità dell’attuale commissario tecnico dell’Italia, tra ricordi e aneddoti. Intervistato dal Corriere della Sera, Pagliuca ha detto:

MANCINI ALLA SAMPDORIA – “Mi ha fatto arrabbiare molte volte, è vero. Come credo di averlo fatto arrabbiare spesso anch’io. Ci si mandava a quel paese, ma l’affiatamento cresce anche così. E il nostro era un gruppo molto affiatato e molto frizzantino. Litigavamo, ma eravamo amici. E lo siamo rimasti. Quando sono arrivato alla Samp, era il leader tecnico e dello spogliatoio. E si scontrava per forza con tante personalità. Aveva in mano tutto, era il cocco di Paolo Mantovani, che stravedeva per lui, come fosse un figlio“.

SCUDETTO – “Quella dello scudetto è stata un’annata memorabile, ricordo ogni momento. C’era un grande equilibrio, 6-7 squadre potevano vincere il campionato. Adesso sai già chi lo vince e non è un bel segnale perl’interesse generale. Anche se certo non è colpa della Juve“.

SFURIATA DI MANCINI – “Certo che me la ricordo, perché il fallo glielo feci io, che giocavo nell’Inter. Cercai di calmarlo, ma diede in escandescenze e prese una lunga squalifica. Aveva ragione lui, il contatto c’era stato“.

(Fonte: Corriere della Sera)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy