FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Pessina: “Scudetto mai obiettivo dell’Atalanta. Ci rimboccheremo le maniche”

TURIN, ITALY - AUGUST 14: Matteo Pessina of Atalanta BC looks on during the pre-season friendly match between Juventus and Atalanta BC at Allianz Stadium on August 14, 2021 in Turin, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Il trequartista dell'Atalanta ha parlato del cammino in campionato dei bergamaschi e della lotta al vertice: 

Andrea Della Sala

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, il trequartista dell'Atalanta ha parlato del cammino in campionato dei bergamaschi e della lotta al vertice:

Sorpreso da quei passi falsi con Roma e Genoa?

«Hanno sorpreso un po’ tutti, dopo le imprese con Juve e Napoli e sei vittorie di fila. Vorrà dire che, come altre volte, ci rimboccheremo le maniche e lavoreremo di più: siamo l’Atalanta e non possiamo permetterci “giochini”. Concentrati ad ogni partita per capire come gioca l’avversaria, senza prenderci pause, e con la nostra impronta che è sempre data dal gioco di squadra. Panchina compresa».

Ha detto: capire come gioca la rivale. L’Atalanta può pagare un po’ l’essere più “leggibile”?

«No: il nostro gioco è questo da anni, ma è quello che ci ha fatto battere Juve e Napoli. Non basta conoscerci e prepararsi per essere sicuri di limitarci».

«E’ un’Atalanta da scudetto»: la frase vi ha disturbato?

«No anche in questo caso. Dal primo giorno, tutti d’accordo nel seguire la linea del mister: ne parleremo, semmai, quando avremo raggiunto il primo posto e a quel punto lotteremo per difenderlo. Il nostro obiettivo non è mai stato lo scudetto: non possono stravolgere questa realtà né una striscia positiva incredibile, né due frenate».

A proposito di imprevedibilità: cosa vi porta Boga?

«E’ arrivato ad essere il miglior dribblatore del campionato, se non sbaglio: avere uno che salta l’uomo e crea superiorità mette in condizione tutti di ricevere la palla in un certo modo ed essere più incisivi, soprattutto al limite dell’area avversaria e in fase realizzativa. Se c’è uno che fa dribblando, per allentare la pressione, quello che tutti cerchiamo di fare con i passaggi, è per forza un valore aggiunto».

tutte le notizie di