In Spagna – Rafinha, il Barça non abbassa le pretese. Lui vuole giocare, ma ora l’idea…

Il giocatore è in pratica prigioniero del suo contratto

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Tra i giocatori che non rientrano nel progetto del Barcellona c’è anche Rafinha. L’ex nerazzurro è stato in prestito per due anni, prima all’Inter nella stagione 2017-2018 e poi al Celta nel 2019-2020 e cerca una soluzione per il suo futuro. Vuole giocare ovviamente ma fonti vicine al club blaugrana dicono che non sarà preso in considerazione dal nuovo allenatore.

Il calciatore vuole giocare almeno trenta gare in stagione e ha bisogno di sentirsi importante. Rimanere al Barça sarebbe un problema ma a lungo andare sembra sia l’unica soluzione possibile. Rafinha – spiega il Mundo Deportivo – non capisce come mai i compagni che non fanno parte del progetto sono stati lasciati partire a basso costo e invece per lui vengano chieste dal Barça cifre importanti che non rientrano nei parametri dei club che lo vorrebbero. Ovviamente anche a causa del coronavirus e di come ha stravolto il calciomercato. Un problema in più per il centrocampista perché il Barcellona sta innanzitutto cercando di liberarsi degli ingaggi importanti come quelli di Vidal o Suarez per esempio.

All’ex nerazzurro sono arrivate proposte dalla Premier League e dalla Serie A ma la cifra richiesta dal Barcellona ha scoraggiato i vari club interessati. Per questo Rafinha starebbe pensando di rimanere al club blaugrana fino alla fine del suo contratto per poi partire a parametro zero. Il Celta vorrebbe riprendere il giocatore e aspetta che il Barça abbassi le pretese. Anche il giocatore dovrà abbassare le sue. Il suo futuro resta al momento un’incognita.

(Fonte: mundodeportivo.com)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy