Raiola, avviata indagine del Fisco olandese: da Pogba a Balotelli, le operazioni nel mirino

L’agente finito nel mirino del Fisco

di Matteo Pifferi, @Pifferii

Problemi in vista per Mino Raiola. Secondo quanto riportato da Il Fatto Quotidiano, l’agente tra i più importanti a livello mondiale è finito nel mirino del fisco dei Paesi Bassi. I funzionari stanno analizzando i documenti che riguardano l’attività del procuratore e l’ispettoria è tutt’ora aperta. L’indagine è riferita ai trasferimenti del quadriennio dal 2014 al 2017 ma è partita da una domanda di fondo: qual è la residenza fiscale di Raiola? Di fatto l’agente vive a Monaco ma i legami con l’Olanda sono assodati a tal punto che il nome di Raiola è stato accostato alla Maguire Tax & Legal, studio tributario del cui presidente lo stesso agente si dichiara amico, negando qualsiasi tipo di partecipazione.

FARE CHIAREZZA – L’obiettivo dell’indagine del Fisco è di “analizzare i pagamenti effettuati dai club di calcio e definirne la natura, sotto il profilo fiscale, in base alle prestazioni realmente offerte da Raiola. Un’operazione definita ‘multilaterale’, dai funzionari del fisco olandese, perché nasce nell’ambito di programma comunitario, il “Fiscalis 2020”, al quale hanno aderito tutti i paesi europei. Non si tratta di un’inchiesta penale, ma amministrativa, che probabilmente non si ferma al solo Raiola: il fisco olandese, da alcuni mesi, ha avviato un’atti – vità di controllo per verificare se, nel mondo degli agenti sportivi, degli intermediari e dei procuratori, gli inquadramenti fiscali siano conformi alle norme”.

LE OPERAZIONI –  Nell’indagine partita nel 2014 vengono analizzate di verse compravendite di calciatori. Si parta dal passaggio di Mario Balotelli dal Milan al Liverpool nel 2014 per 16 milioni e, nel 2016, dal Liverpool al Nizza a zero. Si arriva a Paul Pogba che passa dalla Juve al Manchester nella stessa estate per 105 milioni di euro o Henrikh Mkhitaryan per 31 milioni dal Dortmund ai Red Devils. E ancora: Lukaku dall’Everton sempre allo United per 85 milioni di euro e Matuidi dal PSG alla Juve per 15 nell’estate 2017. E, ultimo solo in ordine di tempo, il legame con Donnarumma, pronto a lasciare il Milan in estate.

(Il Fatto Quotidiano)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy