FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Repubblica – L’Inter vince e va in fuga grazie alle tre regole di Bearzot

Getty Images

Secondo quanto riportato da Repubblica, sono principalmente tre i motivi per i quali l'Inter ha allungato in classifica sulle altre

Matteo Pifferi

"La parabola che ha portato l’Inter a vincere il derby e ad allungare nella corsa scudetto, come quasi tutto nel calcio, si spiega con i tre punti di Enzo Bearzot. «Primo, non prenderle. Secondo, è imperativo vincere. Terzo: non c’è un terzo punto, perché i primi due hanno già detto tutto». Lo disse il 5 luglio 1982, prima di Italia-Brasile 3-2". Apre così l'articolo di Repubblica in merito all'analisi sulla vittoria dell'Inter nel derby contro il Milan che vale anche la mini-fuga, visti i 4 punti di vantaggio sui rossoneri, i primi inseguitori in classifica.

Difesa blindata

"Il giorno in cui Antonio Conte ha deciso che la squadra non doveva prenderne più, arretrando il baricentro di venti metri e fortificando la difesa, è il 28 novembre scorso. Stadio Mapei di Reggio Emilia", spiega Repubblica. Nelle otto partite precedenti, l'Inter aveva subito 13 gol, nelle 15 successive ne ha presi 11. Fondamentale, per questo, la crescita di Bastoni, la centralità del ruolo di regista difensivo di De Vrij e la rinascita di Skriniar, adattatosi alla perfezione al ruolo di terzo difensore nella difesa a 3. Difesa sigillata, dunque, ma non solo: l'obiettivo dell'Inter non così tanto velato è vincere lo scudetto, unica competizione rimasta. E merito del rendimento nerazzurro è anche di Lautaro e Lukaku, autori insieme di 30 gol - solo Lewandowski-Muller hanno fatto meglio a livello europeo - e di prestazioni convincenti.

 Getty Images

Mercato a sorpresa

"Come in ogni percorso vincente, un ruolo lo giocano le circostanze incontrollabili e le reazioni che suscitano. La crisi seguita al Covid e il collasso del calciomercato hanno trattenuto a Milano Ivan Perisic, dato in partenza a gennaio. Un paio di partite sottotono di Young, ormai ex titolare, hanno spinto Conte a impiegarlo con continuità. È rimasto alla Pinetina anche Christian Eriksen, che in avvio di stagione l’ex ct aveva provato senza soddisfazione a schierare trequartista. A spingerlo di nuovo in campo nelle ultime partite ha contribuito un infortunio muscolare di Vidal: il danese, in posizione di mezzala, s’è rivelato prezioso regista aggiunto, togliendo pressione a Brozovic, playmaker titolare", ha commentato Repubblica che infine ha una menzione anche per Handanovic, punzecchiato dai tifosi per alcune partite negative ma tornato protagonista nel derby con interventi da urlo.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso