Robben in tackle: “Chi va in Cina ha chiuso col calcio, è una follia. E a 28 anni…”

Robben in tackle: “Chi va in Cina ha chiuso col calcio, è una follia. E a 28 anni…”

L’olandese non sembra affatto attratto da un’esperienza asiatca

di Daniele Mari, @marifcinter

C’è chi dice no alla Cina. E’ Arjen Robben che, fresco di rinnovo col Bayern, spiega qual è il suo punto di vista sul campionato cinese: “Sto attraversando un grande momento qui nel Bayern e gioco in uno dei migliori club del mondo. Alla mia età non saprei dove andare, e un trasferimento in Cina sarebbe qualcosa di completamente diverso: soprattutto vorrebbe dire rendersi conto che la mia carriera è finita. Io invece voglio continuare a giocare ad alti livelli per il maggior lasso di tempo possibile”

I SOLDI – “Il denaro non ha mai guidato le mie scelte. Ciò che sta accadendo in Cina è una follia, offrono ingaggi dell’altro mondo e per questo alcuni ci riflettono a lungo. Ti offrono molto di più quanto già prendi, anch’io ho ricevuto proposte e avrei guadagnato sei volte tanto. Ma non ho mai pensato troppo ai soldi, ma a fare una grande carriera perché il calcio è tutto per me”.

SENZA SENSO – “Non riesco a capire – ha concluso Robben – quei colleghi che vanno in Cina a 27 o 28 anni, quindi all’auge della carriera. Questo è davvero uno spreco”.

(Radio 538)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy