Sconcerti contro Conte: “Non può dare sempre la colpa alla rosa. Poca qualità? Colpa sua. Eriksen…”

Sconcerti contro Conte: “Non può dare sempre la colpa alla rosa. Poca qualità? Colpa sua. Eriksen…”

Le parole del noto giornalista sull’Inter tra il campionato e il mercato

di RedazioneFC1908

Mario Sconcerti, editorialista del Corriere della Sera, è intervenuto a ‘Maracanà’ su TMW Radio per analizzare l’ultimo turno di Serie A: “Le certezze sono Juve e Inter, sono due squadre che si stanno finendo di costruire. La più compiuta è la Lazio, che è sempre la stessa. Ramsey e Rabiot stanno cominciando ad entrare nel progetto Juve. Sono tanti i punti fatti da Juve e Inter e hanno proiezioni importanti. Certo, qualche limite lo hanno fatto vedere“.

Poi le critiche alle dichiarazioni di Conte: “Non amo sentire sempre una polemica dopo ogni sua sconfitta. Non è una buona gestione della squadra per me, anche se lui sa quello che fa. Non si può dar sempre colpa alla rosa. Gagliardini e Vecino trovano posto in molte squadre di A, Borja Valero è un altro discorso. L’Inter gioca con le ali, che sono Candreva e Politano. I giocatori ci sono, se poi non sono di qualità sufficiente, il problema allora è quello. Ci sono giocatori di meno qualità? La colpa è tua allora, numericamente quindi ci sono. Squadra stanca? Lo escludo che lo sia totalmente, ha fatto un buon primo tempo. L’Atalanta nel secondo tempo ha giocato meglio. Se dai Lukaku e Lautaro all’Atalanta, credo vinca il campionato. Conte si lamenta di quello che non ha ma no spiega quello che ha“.

Infine una battuta su Eriksen: “Deve essere trequartista. Ha giocato metà partite da mezzala sinistra, da regista un terzo (e non bene), nel suo ruolo di trequartista ha giocato un altro terzo. Nell’Inter il suo ruolo deve essere quello dietro alle punte“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy