FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Stadio, referendum dei Verdi rischia di bloccare tutto. Libero: “Milan e Inter potrebbero…”

Getty Images

L’ipotesi di una consultazione popolare sull’abbattimento del Meazza, promossa dai Verdi, potrebbe rallentare l'iter

Matteo Pifferi

Nella giornata di ieri, è arrivato l'ok dalla Giunta che ha deliberato e riconosciuto il 'pubblico interesse' dell'intervento urbanistico per il nuovo stadio di Inter e Milan. Sala ha confermato quanto stava trapelando nelle ultime settimane ma qualcosa rischia di far slittare ancor di più i tempi. Come racconta Libero, i Verdi, a favore della ristrutturazione di San Siro, hanno annunciato di voler far partire un referendum proprio in merito all'abbattimento o meno del Meazza:

"Nè Milan nè Inter metteranno un euro se la vicenda diventerà oggetto di referendum popolare. Cosa che pare tutt’altro che impossibile, visto che per indire un referendum civico basta raccogliere poche migliaia di firme. Se il “boicottaggio” andrà in porto, l’intera operazione tornerà ad essere in stand-by (dopo esserlo stata anche negli ultimi due anni). E potrebbe rimanervi per mesi e mesi, visti i tempi necessari per la raccolta firme, la loro convalida e l’indizione del referendum stesso. Se poi il nuovo stadio dovesse essere bocciato per volontà popolare, le società potrebbero decidere di ritirarsi del tutto dall’intervento urbanistico (che vale circa 1,2 miliardi di euro complessivamente), visto che in più occasioni hanno dichiarato (ultimamente per bocca del presidente rossonero Scaroni) di non volersi “accontentare” di un Meazza ristrutturato. In quell’ipotesi, Sala si troverebbe col cerino in mano", il commento di Libero.

tutte le notizie di