Wanda Nara incinta? Chissà. Ma dalla tv arriva una proposta che spiazzerebbe Icardi

Wanda Nara incinta? Chissà. Ma dalla tv arriva una proposta che spiazzerebbe Icardi

Per ora solo indizi sulla gravidanza della moglie dell’attaccante che però potrebbe partecipare ad un altro programma se non fosse in attesa

di redazionefcinter1908

Si dice che Wanda Nara e Mauro Icardi vogliano restare a Milano perché lei sarebbe in attesa del sesto figlio. Figlia perché pare proprio che si tratti di una femminuccia. Tre i maschietti avuti da Maxi Lopez, sarebbero tre le femminucce avute da Maurito che per ora si gode Francesca e la piccola Isabela. Il settimanale Oggi parla della coppia che sta tenendo banco sul pianeta nerazzurro da ormai un anno, più del solito, perché di loro in realtà si parla da sempre. Secondo quanto scrive il giornale la biondissima show-girl, che non ha confermato di essere incinta e ha smentito tramite la sua avvocata, avrebbe ricevuto una proposta molto particolare. Arriva dal mondo della tv. No, non si tratta di Tiki Taka, pare sia intenzionata a non accettare il rinnovo con il programma Mediaset, ma di un invito arrivato per lei da Ballando con le Stelle, programma di Rai1 condotto dalla Carlucci. Alla versione argentina lei aveva già partecipato e se non fosse incinta allora potrebbe accettare anche questo invito. O almeno, si dice che la conduttrice italiana la voglia a tutti i costi nelle puntate in onda il sabato sera.

Non sarà felice Maurito che dicono sia molto geloso e vederla ballare con un altro partner non sarebbe la sua massima ambizione, lo spiazzerebbe. Questo è quanto scrive in sostanza Oggi. Del resto dovrebbe essere impegnato a capire cosa vuole fare della sua vita dopo che l’Inter lo ha praticamente cacciato via. Anche per le dichiarazioni pesanti rilasciate dalla moglie in tv contro Spalletti e i suoi stessi compagni. Una nuova avventura televisiva è proprio quello che serve al marito?

(Fonte: OGGI)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy