Zeman: “Inter? Per ora Conte ha solo tolto Icardi. Quelli come Mauro sono sempre utili”

Le parole del tecnico boemo ai microfoni del Corriere dello Sport

di Daniele Vitiello, @DanViti
Il tecnico Zdenek Zeman

Zdenek Zeman ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni del Corriere dello Sport. Ve ne riportiamo di seguito uno stralcio:

Si sono scatenati gli attacchi, Zeman… E quindi non ci annoieremo stavolta. 
«Ho il sospetto di no, anche se la rosa della Juventus è così enorme da lasciar il sospetto che possa restare distante dal resto del campionato. Ma capiremo subito se le principali concorrenti riusciranno a stare incollati ai campioni d’Italia. Io penso che andremo incontro ad un torneo più equilibrato e che ci divertiremo».

Intanto si segna tanto e lo prendiamo per buono. 
«E’ anche la dimostrazione che ci sia un bel po’ di coraggio in più: d’altro canto – ma lo sostengo da sempre – nel calcio vince chi ne fa uno in più. Però va anche aggiunto, per onor di verità, che di errori individuali dei difensori ce ne sono stati e qualche incertezza arbitrale s’è già registrata».

Le panchine girevoli: Juventus, Inter, Milan e Roma, lassù, hanno scelto nuove strade. 
«Ed avranno la necessità di aspettare che i nuovi allenatori riescano a trasmettere le proprie filosofie di gioco. Non accadrà rapidamente, non credo che possa succedere».

La Juventus non è ancora di Sarri. 
«Ha dovuto smettere di allenare per un periodo più o meno lungo e questo diventa un pregiudizio. Le sue teorie, per attecchire, hanno bisogno della sua presenza, delle sue indicazioni. Nella Juventus di questa fase, non ci sono tracce del Napoli di Sarri: ma era già complicato che si potesse seminare in poche settimane, con la sua assenza è divenuto tutto più difficile».

L’Inter sembra già di Conte. 
«Anche a lui va concesso un periodo per riuscire a far capire alla squadra le proprie teorie. Per ora ha solo tolto Icardi».

Con Icardi al Psg chi ci rimette? 
«L’Inter rinuncia a un uomo che nelle sue stagioni in nerazzurro ha segnato più di cento gol. Non mi sembrano pochi. Quelli come Icardi sono sempre utili».

E quelli come Lukaku. 

«E’ un centravanti fisico, dunque aspettiamo».

Zeman cosa ha visto di nuovo, sinora? 
«Una ricerca del palleggio, che però avviene con ritmi e meccanismi non ancora fluidi ma destinati a migliorare. E le difese, per il momento, fanno in tempo a sistemarsi».
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy