AMARCORD Battuti Real e Salernitana, 18 anni fa il clamoroso esonero di Simoni

Due vittorie al Meazza nel giro di quattro giorni non bastarono all’allenatore che venne licenziato da Moratti. I due si sono rivisti ieri e l’allora presidente ha ammesso: “Fu un errore”

di Alessandro De Felice

Il gol di Zanetti arrivò come una liberazione per il Meazza e anche per Simoni. Era il 94′ e l’Inter con sofferenza immane riuscì a battere per 2-1 la Salernitana. L’allenatore pensò di aver evitato una strigliata o qualcosa in più da parte del presidente Massimo Moratti. E invece accadde l’incredibile. Era il 29 novembre 1998. Diciotto anni esatti fa una vittoria che è ricordata da tutti i tifosi nerazzurri (e non solo) per il clamoroso esonero di Gigi Simoni da parte di Massimo Moratti.

I due si sono rivisti ieri per la presentazione-evento della biografia di Gigi Simoni (“Simoni si nasce. Tre vite per il calcio”, Goalbook edizioni di Pisa, di Carmignati-Tronchetti-Ghedini). Moratti ha ammesso che fu un errore cacciare il tecnico. Anche perché quattro giorni prima della vittoria contro la Salernitana, i nerazzurri avevano trionfato contro il Real Madrid, sempre a San Siro. Protagonista di quella serata magica, Roberto Baggio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy