Inter, la famiglia Icardi ha una spesa da affrontare. Per Lautaro una giocata migliore del gol

Inter, la famiglia Icardi ha una spesa da affrontare. Per Lautaro una giocata migliore del gol

L’analisi su quanto accaduto ai nerazzurri ieri sera

di Daniele Vitiello, @DanViti

L’arte di complicarsi le cose da soli è una delle specialità in casa Inter e non lo scopriamo di certo in questi ultimi frenetici giorni, nei quali la frattura tra Mauro Icardi è diventata insanabile ed ha portato la società a prendere finalmente posizione. Segnale che in maniera assolutamente coerente si iscrive in un nuovo corso nel quale, come ribadito da Marotta già in più di una circostanza, l’Inter viene prima dei singoli, dal primo all’ultimo, e non c’è più spazio per uscite fuori luogo di tesserati e loro rappresentanti che hanno portato a continue fratture in un ambiente che ha bisogno di tornare alla compattezza di un tempo se vuole mirare a ripristinare la mentalità vincente che negli anni d’oro lo ha contraddistinto. Nella notte in cui la squadra è tornata in campo, però, Icardi ha dimostrato di non avere – almeno fino a questo momento – troppa voglia di provare a ricucire lo strappo: mentre gli altri rimasti a casa, non per scelta loro, hanno voluto condividere il loro sostegno ai compagni sui social durante l’incontro, l’ormai ex capitano si è limitato a fare gli auguri di buon San Valentino alla sua metà, con la quale divide le colpe di una gestione grossolana della questione legata al rinnovo e di uscite decisamente fuori luogo, salvo poi riaccendere il cellulare per polemizzare con non si capisce chi e fare i complimenti a Lautaro Martinez per la rete.

Magari l’assunzione di un social media manager potrebbe aiutare Mauro e compagna a gestire meglio la comunicazione, consigliando magari un po’ di silenzio in più in determinate circostanze, e sarebbe un grande passo in avanti. Intanto il resto della squadra prosegue la sua convalescenza ed insegue la tranquillità necessaria per affrontare al meglio la seconda parte di stagione, grazie alle parate di Handanovic e alla seconda rete consecutiva di Lautaro Martinez – migliore la giocata che ha propiziato il penalty rispetto alla realizzazione dello stesso -, al suo esordio da titolare in campo europeo. Con la Sampdoria sullo sfondo, avversaria da non sottovalutare, a maggior ragione dopo la sconfitta con il Frosinone.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy