L’ex agente di Icardi: “Mauro ha perso il controllo della sua carriera. E Wanda non…”

L’ex agente di Icardi: “Mauro ha perso il controllo della sua carriera. E Wanda non…”

Le parole dell’ex procuratore di Icardi

di Matteo Pifferi, @Pifferii

Abian Morano, ex agente di Mauro Icardi, ha parlato ai microfoni di Marca di quanto stia accadendo all’attaccante argentino, partendo però dall’inizio.

“Come arrivai ad Icardi? Successe molti anni fa, ad una partita del Vecindario dove lui viveva con la famiglia. Sono rimasto colpito dalla sua forza, velocità e gol. Era Mauro”.

SCARTATO DAL BARCELLONA – “Il sistema Barcellona non è il più adatto per le qualità di Mauro. Ho deciso che, per essere professionisti, dovevamo cercare un percorso più appropriato. La Samp ci ha offerto il progetto migliore, era il 2011 ma, visto come sono andate le cose, direi che ho indovinato”.

FIRMA CON L’INTER – “Ho iniziato con lui a 13 anni al Vecindario e abbiamo lavorato insieme fino alla fine del 2015 dove è stato capocannoniere della Serie A con l’Inter”.

QUALCHE CHANCE PER IL REAL? – “Sì, all’inizio. Sixto Alfonso, osservatore del Real Madrid della zona delle Canarie, gli aveva offerto di andare nel centro delle giovanili. Mi hanno richiamato proprio quando Mauro ha debuttato con la Samp in A contro il Genoa quando ha segnato il primo gol. Il progetto per lui era la Castilla ma Mauro era già partito e poche settimane dopo ha fatto doppietta a Buffon a soli 19 anni”.

ADDIO – “Credo che la mia influenza nella sua carriera, compresa la gestione economica e marketing, sia stata incompatibile con la direzione che il suo partner sta sviluppando ora”.

SORPRESO O NO DELLA VICENDA ICARDI – “Onestamente no. Penso che il suo entourage abbia perso la visione della realtà e Mauro (abbia perso, ndr) il controllo della sua carriera”.

WANDA NON UN BUON AGENTE PER ICARDI? – “Wanda non è un agente. Mauro andrò meglio quando tornerà alla ribalta per quello che fa sul campo e non per le insistenti chiamate di attenzione del suo agente. Ora ha un peso che condiziona il suo futuro”.

QUALE SARA’ IL FUTURO DI ICARDI? – “Domanda difficile. Sono sicuro che il suo desiderio sia quello di restare all’Inter però la gestione del suo agente lo ha messo in difficoltà. I tifosi non lo vedno più con gli occhi di prima e la decisione del club di toglierli la fascia è un messaggio ai possibili interessati del fatto che il suo entourage sia difficile da gestire”.

HAI UN RAPPORTO CON LUI? – “No, nessuna. E’ una cosa evidente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy