Spalletti: “Normale mettere in discussioni ma non buttiamo via tutto. Marotta? Conosco il suo pensiero e su Nainggolan…”

Spalletti: “Normale mettere in discussioni ma non buttiamo via tutto. Marotta? Conosco il suo pensiero e su Nainggolan…”

Le parole del tecnico nerazzurro alla vigilia della gara tra Parma e Inter

di Redazione1908

APPIANO GENTILE – Dopo la sconfitta interna rimediata contro il Bologna per i nerazzurri è tempo di rituffarsi nel campionato. L’Inter sarà di scena domani sera allo stadio Tardini dove affronterà il Parma reduce dal pareggio allo Juventus Stadium. Luciano Spalletti, come di consueto, presenterà la sfida con i ducali rispondendo alle domande dei giornalisti presenti ad Appiano Gentile. FcInter1908 vi riporterà la diretta testuale delle parole del mister.

Queste le prime risposte dell’allenatore nerazzurro alle domande dei tifosi su Facebook: “Questo è un momento in cui tutto può esser messo in discussione, se mancano i risultati è inevitabile, è importante metter mano con convizione sul nostro lavoro. Lavoriamo sempre alla stessa maniera, ci sono cose che vanno ripetute ed altre che vanno migliorare. L’atteggiamento è quello del giocatore che vuol mettere in linea le questioni, ne va della nostra professionalità e dei nostri risultati. Il Parma è una squadra che ha disegnato il proprio credo tattico, la società è brava e precisa nell’assemblare gli elementi che hanno dato quel tocco di forza mentale. Europa League stimolo giusto? Noi dobbiamo andare a fare una prestazione forte come il momento vuole abbiamo da giocarci obiettivi, quello che ci si presenta davanti deve darci stimoli, ci sono momenti da dover superare. Abbiamo un grande privilegio a fare questo lavoro”

Inizia la conferenza stampa: “QUesto è un momento dove è lecito metter in discussione tutto visto i risultati ma si rischia di far confusione, ci sono cose che vanno difese perchè non è tutto da buttare. Senza risultati i discorsi vanno a zero, quello conta. Dobbiamo portarci dietro quello che abbiamo fatto. Mi aspetto di giocare la gara per fare risultato mettendoci contenuti che ci hanno portato ad esser migliore in questi 18 mesi”

SOLUZIONI – “Bisogna lavorare maggiormente sulla testa, le modifiche tattiche sono appunto piccole. Lo scorrimento delle gare giocate confermano che la scelta fatta era giusta. In queste gare qui in campo oltre alla conoscenza tattica e tecnica dobbiamo metterci un po’ più di cuore, che è quello che riesce a fare la differenza perchè si deve tirare in ballo l’orgoglio della maglia che indossiamo”

URGENZE DA MIGLIORARE – “Dobbiamo migliorare diverse cose, non basta una soltanto. Pensare che la gara in EL sia abbordabile non è cosi scontato, dobbiamo lottare contro qualsiasi squadra, c’è in ballo molto di quella che è la nostra qualità professionale. Se arrivi alle gare con la giusta forza mentale si possono vincere. La differenza si fa dall’80% in poi, fino al 70 ci arrivano tutti”

COSA E’ MANCATO – “Come dicevo ci è mancato l’ultimo pezzetto di quelle che sono le nostre immense qualità poi è successo anche qualcosa che ci ha messo contro particolari e situazioni che accadono in molte squadre. Qualche infortunio, qualche squalifica, qualche divagazione in conseguenza al mercato. Icardi è dentro queste cose che abbiamo elencato e stiamo ribadendo anche ora. Il talento, quello che fa gol, viene sempre di conseguenza al lavoro di squadra, se non funziona la squadra non ci può essere il bomber che rimette in carreggiata la squadra”

ANEMIA IN ZONA GOL – “In base alle analisi fatte e ai video che visioniamo ci sono azioni che avrebbero meritato miglior sorte e in base alle statistiche abbiamo concluso maggiormente in questo periodo rispetto al passato. Mancano i particolari da sfruttare a dovere. Sempre lo stesso discorso, dobbiamo andare a fare una prestazione importante dove portiamo a casa il risultato, in tutto quello che facciamo, corse, contrasti duelli fisici, colpi di testa, perchè sulle palle inattive siamo più forti di quello che stiamo facendo vedere in questo periodo, e se ne esce solo attraverso il lavoro, analizzando velocemente con onestà e pigiare forte”

PAROLE DI MAROTTA – “Non so cosa vi abbia detto di differente per me il messaggio è sempre stato lo stesso. In estate ci siamo legati perchè consapevoli che ci sarebbe stato da fare un percorso che avrebbe richiesto tempo e per quanto mi riguarda le cose non sono cambiate, se non sono cambiate anche per la società mi fa piacere ma per me e la squadra che va in campo nessuno ci potrà aiutare quando siamo in campo come nessuno ci potrà fermare. Si va in campo per onorare tutto quello che si è detto fino a questo momento. Le risposte le dobbiamo dare anche a voi ma quelle importanti vanno date dentro la partita”

KEITA E NAINGGOLAN – “Keita sarà a disposizione dalla prossima partita, chiaro che con un periodo di inattività ci vuole tempo ma averlo a disposizione può esser utile, Nainggolan l’ho visto meglio nell’ultima partita e ancor meglio in questi ultimi allenamenti è uno di quelli da cui mi aspetto grande reazione”

BORJA VALERO – “Non è a disposizione, se lo sarà dalla prossima è ancora da vedere, si pensava fosse un infortunio più leggero. Bastoni? Si possono fare molti analisi, l’Inter ha diversi giocatori che magari si ritrovano contro, chiaro che è un calciatore forte e che metterà in campo tutto quello che riterrà opportuno per farci vedere le sue qualità”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy