Moratti: “Mourinho incarna l’anima dell’Inter. Mi chiese un solo giocatore. E il Real…”

Moratti: “Mourinho incarna l’anima dell’Inter. Mi chiese un solo giocatore. E il Real…”

Massimo Moratti, intervistato da France Football nell’ambito di un reportage su Jose Mourinho, ha raccontato la sua esperienza all’Inter con lo Special One

Commenta per primo!
Mourinho Inter 21 marzo

Massimo Moratti, intervistato da France Football nell’ambito di un reportage su Jose Mourinho, ha raccontato la sua esperienza all’Inter con lo Special One: “L’avevo trovato affascinante durante una conferenza stampa ai tempi del Porto. Il personaggio Mourinho stimola necessariamente la curiosità, è il primo passo prima di scoprire il professionista che è, il migliore conosciuto in venti anni di presidenza. E’ un professionista in ogni cosa e ogni cosa la fa con un tocco di genio. E’ sorprendente, in particolare nella sua dichiarazioni che hanno il solo scopo di essere utili nel suo lavoro. Mourinho è rimasto solo due anni ma ha fatto molto bene e ha incarnato il carattere dell’Inter, come Herrera cinquanta anni prima, e sapeva risvegliare i sentimenti di un pubblico speciale, trascinandolo nella sua scia. Aveva un grande rispetto per il club, è l’allenatore che mi ha chiesto il minor numero di giocatori. José aveva chiesto solo l’arrivo di Quaresma, considerato importante per la sua disposizione tattica e aveva insistito. Ma non andò bene e non mi chiese più specificatamente un giocatore, ha lavorato sempre insieme all’area tecnica. Non mi ha mai fatto una telefonata per questo motivo ed è una cosa che ho apprezzato. Il Real lo voleva già al termine della prima stagione, gli dissi che la porta era aperta ma non l’aveva presa benissimo. E’ andato via dopo il Triplete, lasciandoci un dono bellissimo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy