CdS – Inter, la ‘Grande Bruttezza’ non se l’aspettava nessuno. Zhang giovedì sera…

CdS – Inter, la ‘Grande Bruttezza’ non se l’aspettava nessuno. Zhang giovedì sera…

L’analisi dei colleghi a proposito del momento nerazzurro

di Daniele Vitiello, @DanViti
Il Corriere dello Sport in edicola questa mattina ha ripercorso i passi che hanno portato l’Inter in questo delicatissimo momento della stagione: “La Grande Bruttezza non se l’aspettava nessuno. Intendiamoci, a inizio stagione la formazione di Spalletti non giocava un bel calcio (impossibile quando si hanno centrocampisti di qualità medio-bassa), ma l’incoraggiante partenza in Champions e la ripresa in campionato dopo le prime giornate deludenti avevano fatto pensare positivo. Peccato che l’Inter non ami il lieto fine. E allora ecco il caso Icardi a squassare l’ambiente, una guerra intestina che pare ancora lontana dalla conclusione e che ha incendiato tutto. In un raptus di autolesionismo, che alla Pinetina definiscono invece un gesto di autodifesa, l’Inter si è fatta male da sola. Se si tratterà di ferite… mortali lo dirà la classifica a fine maggio, ma resta il fatto che, dopo essere stati eliminati dalla Champions, dalla Coppa Italia e dall’Europa League, Handanovic e compagni sono attesi da una primavera nella quale dovranno almeno difendere l’attuale quarto posto in Serie A. Ne va della qualificazione alla Champions, un obiettivo ritenuto fondamentale dal presidente Zhang che giovedì ha abbandonato San Siro molto preoccupato per la piega inattesa che ha preso la stagione e per la vicenda Icardi che angoscia il pianeta nerazzurro. Magari non pretendeva un film da Oscar come la Grande Bellezza, ma certo non pensava neppure di “gustarsi” la Grande Bruttezza attuale”.
Buona dose di responsabilità appartiene a Luciano Spalletti: “Quando una pellicola non ha successo al botteghino, la colpa ricade sul regista che in questo caso si chiama Luciano Spalletti. Il tecnico si è “avvitato” su se stesso, in difficoltà nel gestire uno spogliatoio con il quale il rapporto si è progressivamente deteriorato. Sperava di ricompattarlo grazie al caso Icardi (una specie di “tutti contro di lui” per bene dell’Inter) e invece la punizione inflitta all’ex capitano, prima multato per il ritardo di inizio gennaio e poi privato della fascia, ha avuto effetti positivi solo nel breve periodo”. 
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy