Icardi, altro che scuse all’Inter. La lettera è un attacco diretto e ha un duplice obiettivo

Icardi, altro che scuse all’Inter. La lettera è un attacco diretto e ha un duplice obiettivo

La scrittura di Icardi è un affronto a club, tecnico e ad alcuni compagni e alimenta il clima teso in casa Inter

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Giornata movimentata in casa Inter quella di ieri. Alla vigilia della sfida col Cagliari, Spalletti ha espresso la sua disapprovazione per il comportamento di Icardi e l’attaccante argentino ha risposto per le rime con una lettera postata su Instagram.

“Questioni di cuore. Il vero Amore. L’AMORE tutto maiuscolo. Il rispetto. I valori. Altra puntata di una storia che ha dinamiche, lessico e drammaticità di una telenovela. L’azione si svolge fra Appiano Gentile, sede di allenamento dell’Inter, e la California, dove stanno i server di Instagram. I protagonisti sono i soliti: da una parte il club, rappresentato ieri da Luciano Spalletti, dall’altra lui, Mauro Icardi. La giornata inizia con il tentativo di spostare l’attenzione dal caso, di ridurlo a «rumore di fondo». Il piano «deraglia» presto, poi appena prima di cena «salta completamente» con la lettera-risposta, rigorosamente via social, del giocatore. All’accusa indiretta del tecnico di «non avere a cuore l’Inter», Mauro risponde con 4-5 paragrafi per dimostrare il suo legame con il club e con uno per accusare «chi decide» di non nutrirne altrettanto, preannunciando una separazione”, spiega La Gazzetta dello Sport.

Nel messaggio “Icardi prosegue, con l’artificio retorico della ripetizione, come un mantra, di «All’Inter, con l’Inter» rivendicando scelte difficili fatte per amore: quella di aver «rifiutato offerte che difficilmente un professionista avrebbe rifiutato» e quella di aver giocato «con dolori fisici che mi portavano alle lacrime dopo la partita e nei giorni seguenti, anche contro i consigli medici». La «carta de amor» prosegue con la passione dei figli portata a testimonianza del suo legame col club («lo hanno imparato a casa mia»), ribadisce i sacrifici ma poi arriva, in uno studiato «crescendo», alla fase delle accuse: «Non so se in questo momento ci sia amore e rispetto verso l’Inter e verso di me da parte di alcuni che prendono decisioni. Non so se agiscano solo per il bene dell’Inter». Un attacco diretto a Spalletti, Marotta, la dirigenza tutta, Zhang compreso. La missiva via social non annuncia cambi nel suo iter di «recupero» e non contiene alcun genere di scuse o di messaggio conciliatorio verso i compagni. Anzi, non è difficile trovare un riferimento al nemico nello spogliatoio quando dice «ho sempre disapprovato chi alla prima occasione prova ad andarsene». E si chiude facendo capire che, essendo venuto meno il rispetto, anche l’amore e sopportazione possano avere un limite. Insomma, si ventila un divorzio. Non è un passo verso la pace, ma un cercare di definire meriti e colpe della «guerra». L’intento, oltre a quello di rispondere a Spalletti, è quindi di recuperare almeno una parte di tifosi o forse iniziare a preparare una separazione che a questo punto in estate pare sempre più probabile. Icardi si descrive come offeso e quasi costretto a rinunciare al grande amore. Probabilmente si sente davvero così. E questo non fa che allontanare ogni possibile ipotesi di riavvicinamento”, analizza la rosea.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14016154 - 3 mesi fa

    Andrà in un’altra squadra, si innamorerà di un’altra squadra dove la moglie sarà sempre lì a seminare zizzania.
    Ha ragione la sorella
    L’importante è che se ne vada alla svelta
    Per l’Inter tanto di guadagnato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy