Veron: “Orgoglioso di aver giocato per un club unico come l’Inter. Dopo quel gol alla Juve…”

Veron: “Orgoglioso di aver giocato per un club unico come l’Inter. Dopo quel gol alla Juve…”

L’intervista dell’ex giocatore, protagonista del Matchday Programme di Inter-Chievo

di Gianni Pampinella
Veron a San Siro

Sono nato giocatore di calcio e non ho mai pensato per un secondo di fare altro nella mia vita“. Si apre con queste parole l’intervista di Juan Sebastian Veron, protagonista del Matchday Programme di Inter-Chievo. “A 44 anni lo posso dire: la voglia di scendere in campo non si esaurisce mai ed è proprio per questo che, ripensando alla mia carriera, sono molto orgoglioso di aver giocato in una grande squadra come l’Inter. Ho messo insieme la mia passione, le mie ambizioni, la mia voglia di vincere con una Società unica“. L’argentino poi indica qual è stato il gol più importante segnato con la maglia nerazzurra: “Guarda, tutte le reti che ho fatto per l’Inter sono importantissime ed hanno un posto speciale nel mio cuore. Però se devo sceglierne una, ti dico quella a Torino contro la Juventus che ci regalò la Supercoppa. Sinceramente ho un gran ricordo di quella squadra e di quel gruppo. Da quel momento abbiamo iniziato a costruire insieme qualcosa di grande che è entrato nella storia. Tutte le sfide che ho giocato contro i bianconeri o contro il Milan erano sentite molto di più di altre gare“. Sul coro che i tifosi gli hanno dedicato, aggiunge: “Brividi se ci penso, brividi veri. Mi fa piacere essere ricordato così, sul serio. Io non mi sono mai risparmiato e credo che i tifosi – tra i più esigenti e competenti che abbia mai incontrato – l’abbiano apprezzato: cercavo di aiutare sempre la squadra sia in fase offensiva che difensiva“.

(Inter.it)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy