Ferri: “Il problema di Icardi deve essere risolto nello spogliatoio. Wanda? Ho percepito…”

Ferri: “Il problema di Icardi deve essere risolto nello spogliatoio. Wanda? Ho percepito…”

L’ex difensore nerazzurro commenta il caso Icardi

di Gianni Pampinella

Intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva, Riccardo Ferri ha commentato la delicata situazione che si è creata tra l’Inter e Mauro Icardi. Queste le dichiarazioni dell’ex difensore nerazzurro: “Le rigidità non portano altro che dissapori e continue illazioni. Da parte della società mi sembra che ci siano braccia aperte, dall’altra mi pare che Mauro e la sua agente non siano concordi. Nessuno individualmente può tenere in scacco la società: l’unica cosa per chiudere questa cosa è che Mauro Icardi si confronti con il resto del gruppo: né l’allenatore né la società possono farlo se da parte del diretto interessato non c’è interesse di mettersi a nudo e fare autocritica. Il fatto di tenersi rigidi su alcune posizioni non aiuta nessuno, tanto meno Mauro, che, se non si allena per una forma di contrapposizione a questa situazione si fa, del male da solo. Chi rischia di più? Ci perdono tutti, ma io sono per gli obiettivi comuni: i problemi personali vanno sempre risolti nel bene comune. Icardi resta un patrimonio della società e un giocatore straordinario, che ha dei problemi col gruppo e va recuperato“. Su Wanda Nara ha aggiunto: “Da parte sua ho percepito una certa rigidità nel tenere certa posizione che non serve a Icardi e a chi lo rappresenta. La telefonata di Marotta, invece è stata molto pertinente e ha dimostrato che la società è disposta ad allargare le braccia. Ho parlato con lei durante la pubblicità di “Tiki Taka” e ho notato poca flessibilità, ma agendo in questo modo ci vuole la buona volontà di capire che nessuno ce l’ha con Mauro Icardi, ma che questo problema è nato nello spogliatoio e deve essere risolto lì

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy