Gagliardini: ecco le cifre ufficiali. Fino a giugno è già stato pagato perché…

Gagliardini: ecco le cifre ufficiali. Fino a giugno è già stato pagato perché…

Dalle 17 circa di ieri pomeriggio è arrivata l’ufficialità e quindi Roberto Gagliardini è un giocatore dell’Inter

di Riccardo Fusato, @FusatoRiccardo

Dalle 17 circa di ieri pomeriggio è arrivata l’ufficialità e quindi Roberto Gagliardini è un giocatore dell’Inter. Il club nerazzurro e l’Atalanta hanno chiuso l’operazione sulla base del prestito oneroso (2 milioni) per 18 mesi, più l’obbligo di riscatto per altri 20 milioni. All’affare vanno poi aggiunti alcuni bonus che, se centrati tutti, faranno salire la cifra complessiva a 27,5 milioni. I dirigenti delle due società, dunque, hanno trovato il punto d’incontro: l’Inter per motivi di Fair Play Finanziario non poteva contabilizzare quest’anno l’acquisto e poteva offrire al massimo il diritto di riscatto per non essere “bacchettata” dalla Uefa; l’Atalanta voleva sentirsi più “garantita” con un obbligo di riscatto per mettersi al riparo da situazione imprevedibili.  L’operazione come detto prevede una serie di bonus, alcuni facili da raggiungere, altri meno facili. Uno di questi è legato ad un certo numero di presenze che Gagliardini dovrà collezionare con la maglia della Nazionale; un altro al numero di gare disputate con l’Inter nel corso dei prossimi anni (non alla prima presenza, tanto per intendersi…); altri alla qualificazione alla Champions e ai trofei vinti dalla squadra. Gagliardini si è legato al club nerazzurro fino al 2021: guadagnerà 600.000 euro fino a giugno e poi 1,5 milioni a stagione (che aumenteranno anno dopo anno) più bonus. In pratica, almeno fino a giugno, l’arrivo del centrocampista bergamasco è stato pagato… dalle cessioni visto che i soldi necessari per il prestito e l’ingaggio (in tutto poco più di 3 milioni) sono stati risparmiati con gli addii di Melo e soprattutto Jovetic.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy