Keita e Bergwijn? Due nomi, una soluzione: “Ecco il nome chiave per portarli all’Inter”

Keita e Bergwijn? Due nomi, una soluzione: “Ecco il nome chiave per portarli all’Inter”

Marotta e l’Inter lavorano per rinforzare gli esterni per la prossima stagione

di Marco Macca, @macca_marco

I colpi sugli esterni dell’Inter che verrà peseranno ovviamente molto sulle casse della società, alla ricerca di profili di talento e qualità in grado di aumentare il tasso di gol e fantasia nel reparto offensivo nerazzurro. Uno di questi profili, per la verità, è già ad Appiano, e si chiama Keita Balde. L’altro è Steven Bergwijn, talento di 21 anni del PSV Eindhoven. Entrambi costano molto (34 Keita, tra i 30 e i 40 Bergwijn), ma entrambi potrebbero essere maggiormente accessibili nel caso in cui l’Inter riuscisse, con Monaco e PSV, a inserire come eventuale contropartita tecnica Yann Karamoh, che tornerà in nerazzurro dopo l’esperienza in prestito al Bordeaux:

… L’Inter potrebbe cederlo definitivamente, realizzando una plusvalenza, considerato che il giocatore il 30 giugno sarà a bilancio per 4 milioni, e il club lo valuta 15 milioni circa. Allo stesso tempo, però, Karamoh potrebbe entrare in altre trattative di mercato, magari come parziale contropartita per raggiungere altri obiettivi. Per esempio potrebbe esserci un discorso con il Monaco, squadra con la quale l’Inter ha in sospeso il riscatto di Keita: non è da escludere che Karamoh potrebbe entrare nell’affare per abbassare il costo dell’operazione riscatto dell’ex Lazio, se si deciderà in tal senso. Un’altra opzione potrebbe essere il suo inserimento nell’operazione Bergwijn con il Psv. Ma se Karamoh piace in Europa, è anche vero che pure in Italia non mancano gli estimatori del giocatore: tra le squadre che lo seguono con più interesse, per esempio, c’è la Fiorentina”.

(Fonte: Tuttosport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy