Personalità, atteggiamento, rendimento: così Handanovic si è guadagnato la fascia

Personalità, atteggiamento, rendimento: così Handanovic si è guadagnato la fascia

Il portiere sloveno ha convinto società e tifosi

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

La decisione dell’Inter di togliere la fascia di capitano a Mauro Icardi e di affidarla a Samir Handanovic è stata accolta con favore da buona parte dei tifosi nerazzurri, che vedono in lui l’elemento ideale per ricoprire quel ruolo in questo turbolento momento. La Gazzetta dello Sport ha esaltato le qualità del portiere sloveno: “Samir Handanovic è un antidivo per eccellenza, uno a cui non sono mai piaciute le luci della ribalta o le copertine. Nemmeno quando queste si riferiscono alle sue prestazioni, al suo modo di essere determinante all’interno di una partita. […] È bene ricordare che Handanovic capitano dell’Inter si era già visto diverse volte in passato—, la differenza però è che a Vienna è stata la prima volta del nuovo corso, dopo l’investitura ufficiale da parte del club. Che su Handanovic ha sempre potuto contare, soprattutto nei momenti di difficoltà, quando le cose non andavano per il meglio ed era poi difficile mandare qualcuno di credibile ad affrontare la stampa. Samir ci ha sempre messo la faccia, non solo per difendere la squadra dalle critiche ma spesso anche per invitare i compagni a dare di più, per richiamarli alle loro responsabilità. Perché la maglia dell’Inter pesa e bisogna dimostrare di avere la personalità giusta per indossarla. Oggi contro la Samp sarà dunque un nuovo debutto a San Siro per il portiere sloveno, malgrado in fondo la tifoseria nerazzurra abbia già abbondantemente espresso il proprio gradimento alla scelta della società. […] Quella di quest’anno sembrava potesse essere l’ultima stagione di Samir ad Appiano: questione anagrafica in primis, ma anche di stimoli e magari di desiderio di vivere una nuova avventura prima di chiudere la carriera. Ma il campo ha invece confermato che ancora oggi Handa è una certezza per l’Inter, un insostituibile: miglior portiere del girone di andata in Serie A, con 14 reti subite e dieci partite su diciannove chiuse senza subire gol e media in linea anche in queste prime quattro gare di ritorno, dove Samir è rimasto imbattuto in casa con il Sassuolo e a Parma“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy