Simoni: “L’Inter a volte mi emoziona, altre mi delude. Icardi? Esagerato che Wanda…”

Simoni: “L’Inter a volte mi emoziona, altre mi delude. Icardi? Esagerato che Wanda…”

Le parole dell’ex tecnico

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Intervenuto ai microfoni di TuttoMercatoWeb, l’ex allenatore dell’Inter Gigi Simoni ha parlato in vista della gara di domenica di nerazzurri contro la Fiorentina: “E’ una bella gara, andrei volentieri al Franchi. La Fiorentina è in un buon momento, ha una buona classifica ed è riuscita ad inserire giovani di qualità come Chiesa. Ci sono tanti giovani interessanti e mi piace parecchio pure Muriel”.

Lei ha allenato Enrico Chiesa: suo figlio è molto simile a lui?
“Sono simili, due esterni che si inseriscono anche centralmente . Enrico come seconda punta è stato uno dei migliori che abbia incontrato e avuto nelle mie squadre. Enrico può aiutare suo figlio a togliere qualche difetto, ad esempio deve lamentarsi un po’ meno. Ma Federico Chiesa resta la grande conferma di quest’anno e farà una carriera eccezionale”.

Dell’Inter che idea si è fatto?
“In alcune partite mi fa emozionare. In altre mi delude. Non c’è stata continuità per poter pensare ad una classifica migliore. E’ terza e va bene, ma i distacchi sono enormi. Credo comunque che se riescono ad aggiustare la vicenda Icardi possono fare qualcosa di buono”.

Che pensa della situazione legata all’argentino?
“Bisognerebbe conoscere tutti i particolari per poter dare un giudizio. Mi sembra esagerato che la moglie debba fare i contratti per lui. Può dargli certamente dei consigli come fanno tutte le mogli”.

E l’Inter ha fatto bene a togliergli la fascia?
“Per me il capitano si elegge da solo, automaticamente intendo dire. E bisogna avere delle qualità ben precise: è un’elezione che fanno i compagni di squadra ed è colui che aiuta i giovani, che dà un esempio per i comportamenti. Qui stiamo parlando del miglior giocatore dell’Inter, è forte però bisogna avere anche altre qualità. Se sei capitano va fatto qualche sacrificio, ci si può accontentare anche diecimila lire in meno o di venti euro in meno. Queste lotte per i contratti non mi piacciono”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy