Tim Cup Primavera, Bigica: “Niente Inter in finale, magari cambia la storia. Salcedo e Colidio…”

Tim Cup Primavera, Bigica: “Niente Inter in finale, magari cambia la storia. Salcedo e Colidio…”

L’allenatore dei giovani viola ha parlato dopo la vittoria sui nerazzurri

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Emiliano Bigica, allenatore della Primavera della Fiorentina, ha parlato dopo la semifinale di Coppa Italia nella quale è stata eliminata l’Inter anche ai microfoni dell’inviato di FCINTER1908.IT. Queste le parole del tecnico: «Era una partita insidiosa perché il risultato ottenuto nella gara di Milano non ci metteva al sicuro, sapevamo che la partita poteva avere volti diversi, un’Inter guardinga o arrembante, noi probabilmente, mentalmente avvertivamo il peso di poterci andare a giocare la finale. La mia è una squadra giovane, che ha cambiato tanto, e questo dà lavoro a tutto l’insieme, a tutto il lavoro fatto dalla società, che riesce a centrare la quarta finale e questo vuol dire che tutti stanno lavorando bene. Questa finale non sarà contro l’Inter, già non avere loro in finale, chissà che non possa cambiare la storia di queste benedette finali. Sono soddisfatto del cammino fatto fino a qui, hanno fatto una grande gara, complimenti a loro e godiamoci per poco tempo il risultato perché ora c’è il campionato, il derby con l’Empoli, molto sentito, che va preso con le molle». 

-In questa stagione 4 vittorie su 4 sull’Inter, aumenta il rammarico per le sconfitte del passato? 

No, ma abbiamo sempre dipinto l’Inter come la nostra bestia nera, magari ora potranno loro dipingerci così. Avevano qualche defezione, ma hanno mandato in campo una squadra competitiva che ha cercato di pressarci e metterci in difficoltà. Dopo i primi venti minuti ci siamo registrati e siamo cresciuti fino ad arrivare a questa vittoria che ci permette di arrivare in finale. 

-Salcedo e Colidio non hanno avuto palle giocabili…

Erano due clienti ostici, ma i miei due centrali sono cresciuti. Lo hanno fatto grazie al lavoro dei centrocampisti e degli attaccanti che hanno cercato di schermare sempre le fonti di gioco. 

-Cosa hai pensato al gol subito e se il tuo massaggiatore ti ha detto quanti km hai fatto durante la partita…

Vorrei innanzitutto un’area tecnica più grande perché potrei fare diversi km. Non mi è passato per la testa nulla, eravamo pronti a tutti, sapevamo che potevamo andar sotto e ho cercato di infondere fiducia e coraggio ai miei perché sapevo che saremmo cresciuti mentalmente e nel coraggio la partita noi l’avremmo rimessa in corsa, anche con un pizzico di fortuna. Sono soddisfatto. 

-Nomi per la prima squadra? 

No, non ne posso fare ma sicuramente c’è intesa con la prima squadra. Pioli e Corvino sanno che c’è la nostra squadra ma penso che con questo rendimento i ragazzi possano avere più chance. 

-Chi preferisce per la finale tra Atalanta e Torino?

Intanto noi ci siamo e non c’è l’Inter e non so se loro preferivano avere noi o l’Inter. Giro la domanda.

(Fonte: FCINTER1908.IT)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy