Inter-Lukaku, domani la svolta? Pronta una nuova offerta, ma tutto passa da Icardi

Inter-Lukaku, domani la svolta? Pronta una nuova offerta, ma tutto passa da Icardi

L’attaccante belga rimane il grande obiettivo di mercato dei nerazzurri

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Rimane Romelu Lukaku l’obiettivo numero uno del mercato dell’Inter: Antonio Conte spinge per avere a disposizione l’attaccante belga al più presto, e la sfida di domani contro il Manchester United potrebbe essere l’occasione giusta per riallacciare i rapporti con il club inglese. Così scrive il Corriere dello Sport: “Così vicino, ma anche così lontano. Domani, infatti, a Singapore, Conte avrà modo di incrociare Lukaku, visto che l’Inter affronterà il Manchester United. Non è scontato che il belga sia in campo – potrebbe restare fuori più o meno volutamente/diplomaticamente dopo la botta rimediata che gli avrebbe impedito di giocare l’amichevole con il Leeds, anche se secondo il sito dei Red Devils, Solskjaer confida nel suo recupero -, ma in ogni caso sarà allo stadio con il resto dei compagni. E allora, chissà che, negli spogliatoi, magari lontano da occhi indiscreti, il tecnico nerazzurro non abbia modo di scambiare qualche parola con lui. Sarebbe l’occasione per ribadirgli quanto lo voglia in squadra, desiderio che, stando a qualche sussurro, gli avrebbe già trasmesso tempo fa in un contatto telefonico“.

NUOVA OFFERTA – “Il problema è che, in questo momento, Lukaku è lontano almeno gli 83 milioni di euro che lo United pretende per il suo cartellino. L’Inter è pronta ad avanzare una nuova offerta, ma la base sarà di una sessantina di milioni e “solo” attraverso i bonus si potrà avvicinare quota 80. Difficile che i Red Devils si accontentino, ma almeno verrà avviata una vera contrattazione tra le parti. E chissà che lo stesso totem belga non dia il suo contributo, dimostrando con i fatti di essere ormai già un separato in casa. Con Solskjaer, infatti, i rapporti sono già gelidi, ma Lukaku ha dato la disponibilità ad “insistere” per smuovere le resistenze dello United, memore della rigidità nerazzurra quando, due estati fa, voleva Perisic“.

ICARDI LA CHIAVE – “Certo tutto sarebbe più facile con la cessione di Icardi. La plusvalenza generata, infatti, permetterebbe di sostenere un investimento di tale portata per Lukaku. Invece, nonostante Maurito, dopo la Juventus, abbia aperto anche al Napoli, lo stallo resta. E la ragione è semplice: sia bianconeri sia partenopei hanno intenzione di arrivare ad agosto, magari anche alla seconda metà del mese, in modo da strappare le condizioni migliori da un’Inter presumibilmente messa alle strette. Il tutto, ovviamente, al netto degli accordi che Wanda dovrà trovare per l’ingaggio del marito“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy