Olivari: “Icardi? La politica della nuova Nord. Marotta vuole rivoluzione, gli Zhang ora si chiedono…”

Il giornalista sulla contestazione a Icardi da parte della Curva Nord

di Redazione1908

Stefano Olivari ha sottolineato in un articolo pubblicato su Indiscreto la diversa politica della nuova Nord, soprattutto nei confronti della vicenda Icardi: “Una notevole differenza rispetto alla politica della vecchia Nord, quella Nord che di fatto è finita a Santo Stefano con la morte di Daniele Belardinelli (tuttora senza un colpevole, come si scriveva negli anni Settanta la Polizia brancola nel buio) e la carcerazione, ora terminata, di alcuni suoi esponenti. Era una curva che detestava Icardi, per la vicenda dell’autobiografia e non solo, ma che in concreto si limitava ad ignorarlo. Invece la nuova Nord definisce il pubblico che la contesta ‘gobbi mancati’, Icardi ‘piccolo uomo’, e ‘dipendente di società che non fa il suo dovere”. 

Nuovi scenari: “La storia non è comunque finita: se Marotta è il capo del partito della rivoluzione (via Icardi, possibilmente via anche Spalletti), gli Zhang dopo quasi tre anni qualcosa di calcio cominciano a capire e si chiedono a chi convenga cambiare sempre tutto. Non occorre essersi laureati a Coverciano per capire che se vendi il miglior giocatore della tua squadra alla tua principale avversaria allora la distanza con questa avversaria non può che aumentare”.

(Indiscreto)

 
3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. luigi.bond_357 - 2 anni fa

    Onestamente, leggendo articoli del genere, uno poi qualche domanda sulla competenza di certi giornalisti sportivi italiani deve farsela. Che Icardi sia il migliori giocatore della rosa dell’inter, qualcuno proprio me lo dovrebbe sperare. Icardi bisognava venderlo nell’estate del 2016, perchè che avesse creato solo problemi era già molto evidente. Le grandi squadre si costruiscono intorno a grandi giocatori ma anche grandi uomini tipo Skriniar e non certo Icardi. Un giocatore al quale viene data la possibilità di giocare delle coppe importanti e che preferisce, invece, di ammutinarsi e fare il divo è solo un idiota. Icardi, come ha ben detto il suo ex-manager, da quando si è sposato ha perso di vista la sua carriera. Darlo via è la cosa migliore, che l’inter possa fare. Il problema sarà darlo via a condizioni utili per il club, ma per il resto, veramente nessun rimpianto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Antonio65 - 2 anni fa

    Speriamo che sia così, che la proprietà abbia capito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Antonio65 - 2 anni fa

    Speriamo che sia così, che la proprietà abbia capito e mandi via Spalletti e Ausilio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy